/ Loanese

Loanese | 01 marzo 2019, 12:23

Occupazione di suolo pubblico: stop a stendini, griglie ed espositori nel centro storico di Loano

Ieri sera il consiglio comunale di Loano ha approvato le modifiche al “Regolamento per la disciplina dell'occupazione di spazi ed aree pubbliche”.

Occupazione di suolo pubblico: stop a stendini, griglie ed espositori nel centro storico di Loano

Stop a stendini, griglie ed espositori nel centro storico. Ieri sera il consiglio comunale di Loano ha approvato le modifiche al “Regolamento per la disciplina dell'occupazione di spazi ed aree pubbliche”.

“A partire dal prossimo 27 maggio – spiegano il sindaco di Loano Luigi Pignocca ed il vice sindaco con delega alle attività produttive Luca Lettieri – il centro storico sarà oggetto di una vera e propria rivoluzione. Ai titolari di esercizi commerciali, infatti, sarà fatto divieto di posizionare stendini, griglie ed espositori al di fuori delle loro attività. Chi lo vorrà, potrà esporre la merce in apposite vetrinette”.

Tale divieto sarà in vigore nella zona del centro storico, cioè quella al di sotto di corso Europa. In corso Europa, sulla via Aurelia e nel resto della città le modalità di allestimento delle occupazioni di suolo pubblico saranno più flessibili, con una tipologia più ampia di espositori.

“Si tratta di un cambiamento radicale – aggiungono Pignocca e Lettieri – che modificherà radicalmente l'aspetto del nostro 'salotto nobile'. L'obiettivo di queste modifiche è presentare un centro storico più ordinato e, così, dare una migliore immagine della città. Proprio in considerazione della portata di questo cambiamento, che nasce da molto lontano, prima di procedere dal punto di vista burocratico abbiamo voluto consultare i commercianti loanesi per conoscere il loro pensiero in merito”.

“Ascom ha chiesto a circa 300 titolari di attività di rispondere ad un questionario apposito. Il 40 per cento degli intervistati ha proposto di eliminare ogni genere di espositore; il 43 per cento ha chiesto una maggiore disciplina delle esposizioni, concedendo tuttavia la possibilità di esporre le merci in maniera ordinata e regolamentata; infine, il 17 per cento delle attività ha proposto di lasciare tutto com'è. Il gran numero di richieste di regolamentazione (circa l'83 per cento) ha confermato la necessità di procedere in questa direzione”.

Le novità non finiscono qui: “Nel periodo invernale ai pubblici esercizi e alle attività artigianali alimentari è concessa la possibilità di chiudere i dehors con tamponature laterali in vetro, senza l'ausilio di tende a rullo, mantovane o altri apparati. Nel periodo estivo, cioè da maggio a settembre, è invece ribadito l'obbligo di rimuovere le tamponature, pena pesanti sanzioni che possono arrivare fino alla revoca della concessione”.

Nelle prossime settimane l'amministrazione comunale distribuirà tra esercenti e commercianti apposite comunicazioni contenenti tutte le novità e le prescrizioni previste dal nuovo regolamento. 

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium