/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 04 marzo 2019, 16:48

Finale Ligure, Viassolo: "Basta con la politica del Quasi"

L'esponente del centrodestra: "Il mantra dell'amministrazione in carica si basa sulle cose 'quasi' fatte"

Finale Ligure, Viassolo: "Basta con la politica del Quasi"

Nicola Viassolo, rappresentante del centrodestra finalese in consiglio comunale, critica quella le recenti dichiarazioni dell'amministrazione Frascherelli.

Afferma Viassolo: “Abbiamo quasi fatto”. E’ questo il mantra che sta scandendo il cronoprogramma della giunta Frascherelli e dalla “quasi” lista civica guidata dal PD Finalese.

Non sapendo cosa dire, negli ultimi giorni il Sindaco sta rispolverando il meglio della politica del “Quasi”, del pressapochismo votato all’effimero e alla superficialità; lavori ad obsolescenza programmata e anticipazioni di progetti che in futuro qualcuno farà, se non altro per rimettere in ordine.

Alla soprintendenza piace il progetto della passerella di San Donato? Bene siamo “quasi” pronti a partire o, meglio, lo farà la prossima amministrazione che avrà anche il trascurabile onere di finanziarla.

Per (s)fortuna a breve sarà (quasi) pronta la passeggiata per Varigotti,e forse sarà (quasi) ripristinato il crollo.

Il teatro Aycardi di Finalborgo? E’ “quasi pronto”, stando al titolo di un articolo uscito in questi giorni su un quotidiano e l’inaugurazione avverrà “entro la stagione estiva”.

Che dire poi della “quasi” asfaltatura di via Dante e via Brunenghi, ridotte a parodie di sé stesse con rattoppi a scacchiera. Quasi una griffe.

Comunque nessun problema: è (quasi) pronta la nuova realizzazione di entrambe.

Ed il costosissimo (quasi) nuovo capannone di Finale Ambiente, è pronto? No la notizia è che stanno per cominciare i lavori. Poi il problema passerà ad altri.

Una sequela infinita di (quasi) notizie, di proclami di (quasi) grandi opere future che non tengono minimamente conto del vivere quotidiano dei finalesi e dei turisti, della manutenzione ordinaria, del decoro e della pulizia della città.

Mancanze che a Finale cominciano seriamente a farsi sentire e che ne penalizzano il rilancio economico e d’immagine. Tralasciando  ovviamente il (quasi) logo “Finale Ligure, niente di più”, rigorosamente (non) votato.

Qualcuno dovrebbe opportunamente cominciare a provvedere a queste mancanze, ma forse è meglio così, meglio restare nel “quasi” ancora un paio di mesi, almeno considerando che l’unica opera definitiva e collaudata è l’eccentrica rotonda di Finalpia. Quasi funzionale".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium