/ Solidarietà

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Solidarietà | 06 marzo 2019, 13:00

“RaccontiAMOci” a Laigueglia per sostenere BastapocoOnlus

Racconti e divertimento con la “Compagnia Bastapoco per ridere”

“RaccontiAMOci” a Laigueglia per sostenere BastapocoOnlus

Venerdì 8 marzo alle ore 18 la Compagnia Bastapoco per ridere animerà la Creperia Pacan di Laigueglia con lo spettacolo musicale “RaccontiAMOci” ad ingresso libero.

La performance  “RaccontiAMOci” che verrà rappresentata presso la Creperia Pacan vedrà la Compagnia Bastapoco per ridere in versione ridotta per questa occasione.
Ad animare il locale saranno infatti Marco Ghini, Bruno Robello De Filippis, Rossano Giallombardo alla chitarra e Nico Lobello alla tromba.

Un incalzante alternarsi di racconti, canzoni,  caricature di personaggi famosi, con il coinvolgimento di persone note di Laigueglia, quali Emilio Grollero, Bruno Zanoni e Romana Volpe. Per ridere e divertirsi tutti insieme.

“Come per tutti gli spettacoli che ci stiamo impegnando a portare nei teatri e nei locali che ci invitano, tutto il ricavato di “RaccontiAMOci” sarà devoluto all’Associazione BastapocoOnlus di Albenga per la realizzazione dei progetti sul territorio a sostegno dei malati oncologici e delle loro famiglie.
Quindi l’8 marzo alla Creperia Pacan potete divertirvi in modo sano facendo del bene” è il commento di  Ghini.

Per informazioni e prenotazioni

Tel. 0182.554899 – Whatsapp 331.5617734 – email info@onlusbastapoco.it

“Bastapoco per ridere”  è un progetto artistico nato da Marco Ghini, fondatore di Bastapoco Onlus,  insieme ad un gruppo di amici,   di cui fanno parte   Rossano Giallombardo e Nico Lobello, rispettivamente voce, chitarra e tromba della band “Stavolta mia moglie mi manda a funk”, testimonial esclusivo di BastapocoOnlus, che porta  nelle piazze della Liguria canzoni e buonumore.

Bastapoco Onlus è un’associazione di volontari che opera su territorio con l'obbiettivo di fornire un supporto concreto alle persone affette da patologie oncologiche e ai loro famigliari, in ausilio, integrazione e sinergia ai servizi della struttura pubblica già esistenti.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium