/ Sanità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | 11 marzo 2019, 07:00

Obbligo Vaccini, oggi scatta l'ora X, negli asili chi è senza certificazione resta fuori

Nelle scuole, elementari e medie, è prevista una sanzione per le famiglie inadempienti che può arrivare fino a 500 euro.

Obbligo Vaccini, oggi scatta l'ora X, negli asili chi è senza certificazione resta fuori

Da questa mattina, i genitori che non hanno presentato alle scuole la certificazione originale sulle vaccinazioni dei figli vanno incontro alle sanzioni previste dalla legge Lorenzin, rischiando all'ingresso dell'asilo nido e d'infanzia di non essere ammessi.

I bambini non in regola con le 10 vaccinazioni previste dalla legge del 2017 negli asili quindi non potranno entrare, invece nelle scuole, elementari e medie, è prevista una sanzione per le famiglie inadempienti che può arrivare fino a 500 euro.

Dopo la proroga di un anno concessa dalla maggioranza di Governo nel 2018, il Ministro degli Interni Matteo Salvini ha chiesto al Ministro della salute Giulia Grillo un decreto e un'ulteriore proroga con l'applicazione solo della sanzione, ma il M5S non ci sente, attendendo di superare la legge dell'ex ministro del Pd.

È infatti in discussione in Parlamento, e potrebbe vedere la luce entro aprile, il provvedimento relativo al cosiddetto “obbligo flessibile”, secondo il quale la vaccinazione è obbligatoria solo «in caso di emergenze sanitarie o di compromissione dell'immunità di gruppo». 

 

L'Associazione Nazionale Presidi (Anp) è comunque molto chiara sul tema: "Lunedì prossimo, per chi non si presenterà a scuola con il certificato richiesto, applicheremo semplicemente la legge". Ma si corre il rischio nelle scuole elementari e medie che, visto che è consentito agli alunni entrare a scuola anche senza vaccini, di entrare i contatto con bambini immunodepressi.

La legge Lorenzin prevede dieci vaccini obbligatori per l'iscrizione a scuola da 0 a 16 anni. Approvata in via definitiva a luglio 2017, è tutt'ora in vigore, con l'aggiunta dell'emendamento apportato dal Milleproroghe che sposta al marzo 2019 l'obbligo di presentazione del certificato vaccinale.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium