/ Eventi

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 13 marzo 2019, 17:48

Carcare: al Liceo Calasanzio “Conoscere e sperimentare per scegliere”

Sono stati avviati i primi due moduli del PON sull’orientamento in collaborazione con l’Università degli Studi di Genova Campus di Savona: il primo dal titolo “Sviluppo sostenibile: tecnologie e strumenti per una migliore qualità della vita”, il secondo “Game writing”, per un totale di oltre 40 ragazzi.

Carcare: al Liceo Calasanzio “Conoscere e sperimentare per scegliere”

“Conoscere e sperimentare per scegliere”: questo il titolo del PON relativo all’orientamento in uscita avviato al liceo Calasanzio di Carcare.

Infatti, in virtù dell’importanza che l’istruzione riveste per lo sviluppo del Paese, il Miur ha deciso di adottare un Programma Operativo Nazionale per dare alle scuole italiane la possibilità di accedere alle risorse comunitarie, aggiuntive rispetto a quelle rese disponibili dal Governo nazionale, al fine di migliorare il sistema nel suo complesso. E il liceo Calasanzio non si è fatto sfuggire l’occasione di accedere a questa nuova importante possibilità per ampliare ulteriormente la sua offerta formativa e offrire ai ragazzi una formazione sempre più completa.

Più precisamente sono stati avviati i primi due moduli del PON sull’orientamento in collaborazione con l’Università degli Studi di Genova Campus di Savona: il primo dal titolo “Sviluppo sostenibile: tecnologie e strumenti per una migliore qualità della vita”, il secondo “Game writing”, per un totale di oltre 40 ragazzi.

I progetti, avviati nel mese di febbraio, proseguiranno fino al mese di aprile: in un caso ad essere al centro è il tema della sostenibilità, analizzato da molteplici punti di vista; dalla sostenibilità energetica e dei trasporti, alla sostenibilità intesa come benessere delle persone. Game writing, invece, prevede che, attraverso la creazione di un videogame, lo studente venga aiutato a realizzare diversi oggetti multimediali che serviranno alla soluzione del gioco. A seguire gli allievi in questa loro avventura sia tutor interni alla scuola sia tutor forniti dall’Università, un equipe di professionisti davvero completa per mettere in campo un apprendimento efficace, oltre che coinvolgente: infatti, gli incontri si stanno basando prevalentemente sul metodo del “learning by doing”, attraverso il quale si punta alla partecipazione attiva degli studenti.

Inoltre, parlare di orientamento per un futuro ricco di soddisfazioni non può non prevedere il coinvolgimento di una figura quale lo psicologo del lavoro, con il quale i giovani avranno incontri mirati a favorire una scelta in prospettiva postliceale davvero consapevole e, quindi,  foriera di benessere personale.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium