/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 15 marzo 2019, 19:00

Vertenza Piaggio Aerospace, territorio unito: "Chiederemo un incontro con il Presidente del Consiglio Conte"

Il sindaco Cangiano: "Credo che si debbano dare risposte chiare e certe non solo ai lavoratori, ma ad un intero territorio".

Vertenza Piaggio Aerospace, territorio unito: "Chiederemo un incontro con il Presidente del Consiglio Conte"

Si è tenuto oggi pomeriggio un incontro in Prefettura a Genova per discutere della questione Piaggio- Laerh.

A partecipare anche il Prefetto di Savona, il Presidente Toti, i sindaci di Genova, Albenga, Finale e Villanova e il presidente della Provincia  di Savona.

L'incontro è stato chiesto dai sindacati preoccupati per le recenti dichiarazioni del Capo di Stato Maggiore, il generale Alberto Rosso in audizione alla commissione Difesa alla Camera dei Deputati, il quale ha affermato un disinteresse per il P1HH e del service del P180.

Afferma il sindaco Giorgio Cangiano: "Tutto questo non è accettabile. Pochi giorni fa abbiamo avuto un incontro al Mise durante il quale ci è stato chiaramente manifestato l'interesse verso il P1HH. Presupponevamo che ci fosse stato un dialogo su questo argomento nel Governo. Evidentemente non è stato così."

"Credo che si debbano dare risposte chiare e certe non solo ai lavoratori, ma ad un intero territorio, risposte attese da tanto, troppo tempo e mai arrivate. Proprio per questo abbiamo deciso di stilare un documento unitario nel quale ci rivolgeremo direttamente al Presidente del Consiglio e chiederemo un incontro direttamente con lui." conclude Cangiano

"L'incontro con il Presidente del Consiglio Conte - spiegano in maniera unitaria - è necessario  non solo per definire un percorso utile che vada nella direzione di trovare una soluzione industriale, che deve passare in una fase transitoria con l’individuazione di un carico di lavoro che dia continuità produttiva salvaguardando il salario dei lavoratori, ma anche perché si rende necessario un coordinamento a livello interministeriale poiché i ministeri interessati vanno dallo Sviluppo Economico alla Difesa fino al Tesoro. Le OOSS, e le istituzioni locali, sono consapevoli che la Piaggio non necessita di assistenza ma, essendo un asset strategico del sistema paese, va salvaguardata nella sua integrità. La Liguria non può perdere ulteriore occupazione: occorre una svolta. Abbiamo necessità di dirimere rapidamente questa questione. Genova e il territorio di Savona rivendicano una convocazione immediata. Visto il momento delicato che vivono i lavoratori, è necessario evitare elementi che possano suscitare un clima di esasperazione."

 

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium