/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 19 marzo 2019, 12:15

Calizzano approva il bilancio previsionale: TARI in diminuzione e lavori per oltre 2 milioni di euro

Il sindaco: "Questo risultato, ottenuto grazie al lavoro degli uffici e alla programmazione messa in campo dall'amministrazione con scelte di contenimento dei costi, ci ha consentito di avere la disponibilità di 190 mila euro di avanzi di amministrazione".

Calizzano approva il bilancio previsionale: TARI in diminuzione e lavori per oltre 2 milioni di euro

Nella serata di ieri, il Consiglio comunale di Calizzano con un ordine del giorno particolarmente articolato, ha approvato il bilancio previsionale e il DUP 2019/2021. 

Commenta alla nostra redazione il sindaco Pierangelo Olivieri: "Si tratta di un bilancio molto importante. Sicuramente il più rilevante della mia amministrazione nei due mandati in cui abbiamo potuto e voluto fare delle scelte amministrative/politiche molto significative". 

"Il dato principale di cui siamo molto contenti riguarda il fatto che nell'anno in corso, vedremo oltre 2 milioni di euro di lavori sul nostro territorio - prosegue - se non sbaglio, si tratta di una cifra senza precedenti per un Comune come il nostro. Questo risultato, ottenuto grazie al lavoro degli uffici e alla programmazione messa in campo dall'amministrazione con scelte di contenimento dei costi, ci ha consentito di avere la disponibilità di 190 mila euro di avanzi di amministrazione sulle gestioni precedenti e non da ultimo, la capacità di reperire fondi in contributi ministeriali, nazionali, comunitari e regionali". 

"In particolare sono prossimi all'appalto i lavori per 590 mila euro interamente finanziati post alluvione che interesseranno la direttrice principale della condotta di collettamento della rete fognaria. Questo consentirà di completare gli interventi fatti in somma urgenza e in urgenza successiva dopo i fatti del novembre 2016. Si tratta di fondi assegnati dalla Regione in sede di reparto delle risorse Protezione civile con interventi previsti anche sulle sponde del Bormida e nel centro del paese". 

"Inoltre, è stato possibile ottenere due contributi integrali al 100% nell'ambito del Piano Sviluppo Rurale - spiega il primo cittadino - Il primo di 203 mila euro per il recupero e il miglioramento della rete sentieristica nella zona del rio Nero (con il collegamento all'area del castello). Il secondo invece, pari a 284 mila euro per la mitigazione dei danni, sempre post alluvione, del rio Castello e del rio San Rocco nel centro del paese con il recupero integrale della zona piazza Barbacane, uno dei punti più caratteristici del nostro borgo vecchio". 

"Abbiamo poi prossimi all'avvio alcuni interventi sulle scuole. 50 mila euro per il rifacimento solai delle classi (in ottica antisismica) e 250 mila euro per il restyling integrale della copertura della palestra. Con gli avanzi di amministrazione, siamo riusciti anche a finanziare la demolizione di un immobile abbandonato da tempo nel centro del paese e alcuni interventi sui rii della zona". 

"Nonché stanziare 47 mila euro per la sostituzione integrale dell'impianto di illuminazione pubblico. Il crono-programma dei lavori prevede l'intervento a proprio carico da parte di Enel Sole su 384 dei 512 punti luce. Con il nostro cofinanziamento andremo a completare tale intervento che è già in corso. Attualmente sono stati cambiati circa 150 punti luce. Nell'arco di un paio di mesi, l'intervento sarà completato con un risparmio annuale di 16 mila euro sui costi dell'utenza. Questo vorrà dire che in poco più di due anni, ammortizzeremo l'intervento con una riqualificazione totale del sistema illuminazione".

"320 mila euro per il rifacimento complessivo della strada di accesso alla frazione Vetria. Non avendo avuto riscontro positivo dal bando Psr, abbiamo segnalato alla Regione la necessità di finanziare tale intervento, ottenendo l'accoglimento della domanda. Quanto alla previsione come piccolo Comune dei 40 mila euro assegnati a livello ministeriale, abbiamo deciso di impegnarli nel recupero (regimentazione acque e asfalto) della strada comunale Durante in località Mora. Il progetto è stato approvato ieri in Consiglio comunale"

"Infine, abbiamo valutato e deciso di introdurre, avvalendoci dello spazio e non toccando le altre tariffe, in termini minimi l'addizionale Irpef. Tenendo conto dell'incidenza seppur minima sulle fasce delicate, abbiamo previsto l'esenzione fino a 10 mila euro di imponibile. Da 10 ai 15 mila 5,5% per poi salire nelle fasce successive. La popolazione di Calizzano è compresa principalmente nelle prime due fasce, poco nella terza, pochissimo nella quarta e praticamente nulla nell'ultima fascia fiscale. Parliamo di un incidenza che per la maggior parte dei calizzanesi sarà tra i 3 e gli 11 euro su 11 mensilità (dai 30 ai 120 euro annuo) - conclude - A fronte di questo, siamo riusciti ad approvare un piano finanziario TARI in riduzione rispetto al trend degli ultimi anni. Il sistema di raccolta differenziata funziona, ma non è ancora a regime assoluto. Confidiamo di avere ulteriori miglioramenti quest'anno, ma siamo sull'ottima strada. La tariffa prevede una riduzione tra il 4 e 6% a seconda delle utenze, con una particolare attenzione rivolta alle attività commerciali".

La minoranza si è astenuta sul bilancio previsionale. Mentre per quanto riguarda l'addizionale Irpef ha votato contro. Per gli altri punti all'ordine del giorno, ci sono stati voti unanimi.

Graziano De Valle

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium