/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 20 marzo 2019, 13:50

Lo spostamento del mercato diventa bagarre politica ad Albenga, il vicesindaco Tomatis: “Parlano tutti tranne il candidato sindaco, ma è Calleri?”

Tomatis: "Che Calleri dica apertamente se vuole riportare il mercato in via Dalmazia e se ne assuma le eventuali responsabilità”

Lo spostamento del mercato diventa bagarre politica ad Albenga, il vicesindaco Tomatis: “Parlano tutti tranne il candidato sindaco, ma è Calleri?”

Lo spostamento del mercato da via Dalmazia al Lungocenta (LEGGI QUI)diventa un caso politico ad Albenga.

Dopo le dichiarazioni dei consiglieri Eraldo Ciangherotti e Cristina Porro (LEGGI QUI) interviene anche il consigliere reginale e capogruppo di Forza Italia Angelo Vaccarezza: “Questa mattina, insieme al Capogruppo di Forza Italia in Comune ad Albenga Eraldo Ciangherotti e all'Architetto Nicola Podio, ho effettuato un sopralluogo al "nuovo" mercato di Albenga. Ho raccolto molte lamentele, da parte dei commercianti.
Le più sentite sono arrivate da parte di coloro che hanno la loro attività di vendita posizionata al di là del ponte ferroviario, una zona senza servizi e con molta difficoltà ad essere raggiunta dagli utenti; sembra quasi un'appendice poco produttiva e redditizia di quello che era in realtà il mercato originale.
Non nascondo la mia delusione: dopo aver atteso tanto, osservare questo risultato è simbolo di sconfitta, non certo di conquista.
Sarà compito della prossima amministrazione rivedere il trasferimento, ripensando e mettendo in atto una collocazione più produttiva e redditizia per tutti i commercianti in modo da garantire a tutti eguali opportunità.”

Il candidato e attuale vicesindaco Riccardo Tomatis non si tira indietro: ““Come già sottolineato, lo spostamento era necessario. Via Dalmazia aveva troppi accessi e passi carrai, era difficile controllare e presidiare tutti gli accessi e, la conseguenza, era quella di un mercato poco sicuro. Inoltre, c’erano problemi e continue segnalazioni per quel che concerne la viabilità. Spostare il mercato sul Lungocenta lo ha portato, infine, in una zona più centrale e facilmente accessibile anche da Vadino. Credo che si sia data risposta a molte esigenze in questo modo”.
“Detto questo – continua – rimaniamo aperti al dialogo con gli ambulanti e valuteremo, dopo i primi mesi, se sarà opportuno effettuare alcune modifiche, fermo restando la collocazione attuale”

Alle altre parti politiche intervenute Tomatis risponde con decisine: “Questa mattina erano tutti sul mercato alle 8,30 e, già dopo mezzora, avevano pronte dichiarazioni ed osservazioni. Hanno detto di avere proposte migliori a riguardo, ma non le hanno specificate. In tutto questo il candidato sindaco, invece, non si è espresso. Sempre che Calleri possa dica apertamente se vuole riportare il mercato in via Dalmazia e se ne assuma le eventuali responsabilità”.

Conclude Tomatis: “Sono riusciti a valutare la nuova collocazione del mercato dopo neppure un’ora e in una giornata che, sfortunatamente, è tra le più ventose dell’anno, o sono dei maghi, ma non credo, o stanno bleffando o si celano dietro dichiarazioni fatte per non scontentare nessun “possibile elettore” , ma senza proposte concrete e reali."

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium