/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 20 marzo 2019, 16:38

Albenga 2019, Alessandro Barbieri e Pier Luca Gallo scendono in campo a sostegno di Diego Distilo sindaco

"Entrambi appena si è prospettata tale possibilità - spiegano - abbiamo deciso di sottrarre tempo alle nostre attività imprenditoriali, per dedicarci a questa importante e decisiva sfida elettorale"

Albenga 2019, Alessandro Barbieri e Pier Luca Gallo scendono in campo a sostegno di Diego Distilo sindaco

Alessandro Barbieri e Pier Luca Gallo (esponenti delle liste civiche "Solo per Albenga" e "Aria Nuova per Albenga") a sostegno di Diego Distilo sindaco, imprenditori di due aziende di Trasporti affermate e radicate sul territorio, saranno entrambi in campo alle prossime elezioni comunali. 

“Entrambi appena si è prospettata tale possibilità, senza alcun dubbio, e con entusiasmo, abbiamo deciso di sottrarre prezioso tempo alle nostre attività imprenditoriali, per dedicarci a questa importante e decisiva sfida elettorale - spiegano - Alcune delle proposte in campo, avanzate da altri ex aspiranti sindaco prevedono il rilancio del turismo attraverso la promozione delle nostre eccellenze floricole e agricole. Senza alcun dubbio, le attività e le imprese agricole, rappresentano una importantissima realtà imprenditoriale e occupazionale per il nostro territorio, attività che devono e dovranno essere sostenute e aiutate”.

“Ma non è così che si rilancia una città. Noi chiudendo gli occhi sogniamo una Albenga diversa, sogniamo una Albenga e un sindaco di Albenga che lotti col coltello fra i denti in Regione e a Roma per ottenere la Albenga -Carcare-Predosa, così da rendere raggiungibile il nostro territorio ormai dimenticato; vogliamo una amministrazione che lotti per incentivare i nostri imprenditori turistico ricettivi a riqualificare le nostre strutture; sogniamo per Albenga Città di Mare uno sviluppo su Viale Che Guevara così che anche la nostra città possa finalmente avere il suo doveroso sviluppo sul litorale e lungo mare”.

“Gli albenganesi devono ritrovare l’orgoglio di appartenere a una città centrale nello scacchiere ligure per impatto economico e geografico, chiudendo le porte a quei signori che arrivano anche da Loano, artefici della chiusura del nostro ospedale, togliendoci il diritto alla salute - concludono - Per tutto ciò, senza padroni e padrini politici a cui dover rispondere, scendiamo in campo sicuri che questo stupendo fermento e entusiasmo che tutti i giorni ci circonda, ci porterà al successo finale”.

 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium