/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 20 marzo 2019, 17:48

Oltre 25 milioni di euro per il territorio della Provincia di Savona

Finanziati numerosi interventi su tutto il territorio tra cui: la riqualificazione di piazza della Vittoria e piazza Abba a Cairo; la realizzazione di un ponte ciclopedonale a Carcare; la valorizzazione di Palazzo della Rovere a Savona

Oltre 25 milioni di euro per il territorio della Provincia di Savona

Più di 205 milioni di euro verranno ripartiti fra 150 comuni liguri per oltre 800 interventi di manutenzione e ripristino dopo i danni del maltempo dello scorso ottobre e novembre, e per interventi strutturali di difesa del suolo. È questo il risultato, storico, ottenuto con la somma di diversi finanziamenti: 102 milioni dalla legge 145/2018 “comma 1028”, 21 milioni dal Decreto Fiscale del DL 119/2018, 29 milioni dal DCM del 27 febbraio scorso, 8 milioni dal comma 125 della Legge di Bilancio e i 32 milioni assegnati dal Fondo Strategico Regionale approvati dal Comitato di controllo nella riunione del 18 marzo scorso, a cui si sommano ulteriori 11,3 milioni preassegnati.

“La Liguria non ha mai visto uno stanziamento simile, col quale andiamo finanziare centinaia di interventi a neanche cinque mesi dal maltempo di fine ottobre”, ha commentato il Presidente della Regione Liguria e Commissario straordinario per l’emergenza Giovanni Toti. “A questi si sommano più di cinquanta cantieri strategici per la Regione, finanziati dal nostro Fondo Strategico, e molto attesi dai territori. È il segno che quando la politica mette da parte le indecisioni e lavora di comune accordo per il bene dei cittadini, le cose si possono fare, e bene, anche in questo Paese”.

“Lo stanziamento che ci è stato riconosciuto è senza dubbio anche il riconoscimento di un sistema di Protezione Civile regionale che ormai è all’avanguardia nel Paese”, ha sottolineato l’assessore regionale alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone. “La ripartizione di questi fondi avviene con un dialogo molto costruttivo col Dipartimento Nazionale, col Governo e ovviamente con tutti i Comuni che stono stati indicati come coadiuvatori di questo importante percorso perché sono loro stessi ad avere stabilito le priorità che abbiamo inserito in questa proposta di riparto. Proposta che è per il 2019 e a cui seguirà nei prossimi mesi anche quella sul 2020 con altri cento milioni di euro, in modo da non lasciare indietro nessun intervento. Per la prima volta in assoluto a 5 mesi nemmeno dall’evento riusciamo a ristorare anche circa il 75% dei danni patiti dalle aziende e dai privati: credo che sia un risultato mai visto nelle tante emergenze a cui la Liguria ha purtroppo dovuto far fronte, sintomo di una grande collaborazione istituzionale che dà i suoi frutti anche in situazioni come queste, quando troppo spesso i risarcimenti arrivano invece a distanza di anni”.

Fondo strategico regionale

Il Comitato di controllo del Fondo ha assegnato i finanziamenti a 55 interventi in tutta la Regione: venti Comuni, due Provincie (Savona e La Spezia) più cinque interventi a regia regionale, per un totale di oltre 32 milioni di Euro nel biennio 2019-2020 (13.272.821 Euro per il 2019 e 19.437.602 per il 2020). A questi si sommano ulteriori quattro interventi preassegnati per circa 11,3 milioni.

Fra i progetti finanziati il ponte sul Calcandola e la piscina di Santa Caterina a Sarzana (SP), il Begato Project a Genova, ben 17 interventi nel comune di Imperia per un totale di 6,3 milioni di euro, il rifacimento del ponte di Murialdo e della passeggiata a mare di Varazze.

Legge 145/2018 comma 1028 e DCM 27/2/2019

Con la legge 145/2019 per la Liguria sono stati stanziati 102 milioni e 673mila euro per i danni al comparto privato e pubblico. Questi ultimi cubano 27.235.736 Eu e coinvolgono 92 Comuni per 156 interventi cantierabili entro il 30 settembre 2019. Fra le tranche più importanti spiccano i 1,35 milioni per Alassio, i 700mila Euro per Riomaggiore (SP) e i 550mila per Pietra Ligure.

Il comparto privato si vede affidati più di 75 milioni di euro, ovvero una copertura stimata del 75% dei danni a fronte di richieste che si aggirano intorno ai 97 milioni di euro – dei quali 9 a beni privati e il rimanente ad attività economiche. Dal computo sono esclusi i danni “minori”, fino a 5mila euro per i privati e fino a 20mila per le attività economiche, che beneficiano di ulteriori 29 milioni derivanti dal riparto del DCM 27/2/2019.

Decreto fiscale dl 119/2018 e comma 125 della legge bilancio 2019

Dal Decreto Fiscale del DL 119/2018 arrivano in Liguria 21 milioni e 695mila euro, in parte come rimborso per interventi già eseguiti come somma urgenza (8.337.566 Euro per 336 interventi in 77 Comuni) ed altri già affidati ed in corso di esecuzione (11.252.334 Euro per 68 interventi in 23 Comuni). Completano il quadro 240 interventi da meno di 20mila euro, che interessano 73 Comuni e cubano in totale 2,1 milioni di Euro (2.105.173 Eu).

Infine, circa 8 milioni dal comma 125 della Legge di Bilancio 2019 sono destinati al ripristino delle opere di difesa degli abitati costieri di 18 comuni, fra cui Rapallo, Santa Margherita Ligure, Imperia, Moneglia, Framura, Spotorno e Savona.

"Si è svolta questo pomeriggio presso la Sala Trasparenza della Regione Liguria la conferenza stampa di presentazione degli stanziamenti dei fondi dello schema di riparto per le risorse del DL.119/2018, delle risorse della Legge di Bilancio 2019 e degli interventi finanziati dal Fondo Strategico Regionale. Per il territorio della provincia di Savona un investimento importantissimo, che da ampio respiro a tutte le azioni di ripristino, tutela e conservazione di un territorio letteralmente martoriato dagli eventi catastrofici di ottobre e novembre del 2018 - commenta il capogruppo di Forza Italia in Regione Angelo Vaccarezza - Prima di entrare nel dettaglio ringrazio davvero dal profondo il lavoro svolto dal Presidente Giovanni Toti per aver fatto si che il Governo riconoscesse l’importanza di questa terra, portando una somma così importante in Liguria. Oggi più che mai abbiamo davanti agli occhi un risultato davvero grandioso, frutto di impegno, studio delle criticità e potenzialità del territorio e condivisione con Protezione civile, Amministratori dei Comuni e assessorati, oggi quello guidato da Giacomo Giampedrone, per aver messo a disposizione tempo ed esperienza per far si che l’obiettivo venisse raggiunto". 

Attraverso il piano di riparto dei fondi di emergenza ai sensi della legge di Bilancio 2019 comma 1028 e del il dl 119/2018 comma 24quater sono stati riconosciuti al territorio della provincia di Savona 11 milioni di euro così suddivisi: Alassio 2.533.118,49; Albenga 15.036,50; Albisola Superiore 169.068,08; Albissola Marina 230.000,00; Andora 242.090,00; Bardineto 124.140,04; Bergeggi 802.539,57; Borghetto Santo Spirito 12.200,00; Borgio Verezzi 49.898,00; Bormida 94.332,00; Cairo Montenotte 45.000,00; Calice Ligure 67.000,00; Casanova Lerrone 73.400,00; Celle Ligure 373.430,00; Ceriale 21.000,00; Dego 11.160,00; Garlenda 350.000,00; Giustenice 187.000,00; Giusvalla 44.217,00; Laigueglia 195.883,08; Loano 230.000,00; Magliolo 250.000,00; Mallare 17.000,00; Murialdo 30.000,00; Nasino 125.000,00; Noli 1.059.300,00; Orco Feglino 7.500,00; Pietra Ligure 754.411,00; Plodio 80.000,00; Quiliano 160.000,00; Rialto 51.000,00; Roccavignale 46.500,00; Savona 320.567,20; Spotorno 413.479,28; Stella 137.541,60; Toirano 173.000,00; Vado Ligure 173.056,00; Varazze 424.371,36; Vendone 245.000,00; Vezzi Portio 22.000,00; Villanova d'Albenga 160.000,00. 

Il secondo provvedimento presentato oggi è la distribuzione delle risorse del Fondo Strategico, la cui gestione è totalmente su base regionale. Alla provincia di Savona sono stati riconosciuti 14 milioni di Euro che finanziano altrettanti interventi:

Andora: rifacimento Ponte Europa Unita 1.160.000,00 euro; Cairo Montenotte: riqualificazione piazza della Vittoria e piazza Abba 1.440.000,00 euro;  Carcare: realizzazione di un ponte ciclopedonale 232.156,73 euro; Murialdo: realizzazione ponte delle fucine 1.762.250,00 euro; Toirano: lavori di demolizione e ricostruzione ponte sul torrente Varatella 197.558,01 euro; Calizzano: lavori di messa in sicurezza della viabilità della frazione Vetria Località Manorè 304.000,00 euro; Loano: realizzazione e rifacimento tratto passeggiata a mare di ponente 1.589.660,00 euro; Varazze: riqualificazione Fronte a mare di Levante 5.974.881,68 euro; Savona: interventi mitigazione rischio idraulico rio Molinero 1.140.000,00; valorizzazione di Palazzo della Rovere 2.360.000,00; Vado Ligure: realizzazione messa in sicurezza area san Genesio 200.000,00 euro; Provincia di Savona: risanamento strutturale viadotto Calizzano 522.500,00 euro; messa in sicurezza attraversamento forte del Melogno 209.000,00 euro; consolidamento strutturale e messa in sicurezza viadotto Bormida a Millesimo 703.000,00 euro. 

"La tutela, la conservazione e difesa del territorio, sono diventati ormai temi cardine di una buona amministrazione. Negli anni questa squadra ha saputo sempre più creare rete e fare sistema per affrontare le criticità, ed essere sempre pronti a far sentire sostegno e vicinanza ai cittadini - conclude - La Liguria è orograficamente complessa, necessita di attenzioni continue. Grazie allo stanziamento presentato questo pomeriggio gli amministratori saranno sempre più in grado di programmare interventi fondamentali per la salvaguardia della nostra Liguria". 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium