/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 22 marzo 2019, 17:45

Il carciofo di Albenga diventa un dolce grazie al talento della pastry chef Federica Russo

Lunedì 25 marzo sarà nella città delle torri, per visitare l’Azienda Vio e per presentare la sua nuova creazione destinata a portare in Italia e nel mondo il nome di Albenga

Foto comunicato stampa

Foto comunicato stampa

E’ uno dei “quattro di Albenga”, con l’asparago violetto, il pomodoro cuore di bue, la zucchina trombetta. Anzi è il re dei prodotti dell’orticoltura ingauna: sua maestà il carciofo spinoso. Caratteristico per le sue foglie interne tenere, croccanti e dolci, può essere consumato cotto o, meglio ancora, crudo tagliato in sottili lamelle o in pinzimonio con olio extravergine, preferibilmente ligure.

In passato era un piatto di eccellenza nei menu di cene reali o di grandi statisti. E in questi ultimi anni sta vivendo nuovi momenti magici, grazie a produttori e imprenditori lungimiranti e innovativi.

E così, dopo il gelato al carciofo ideato da Roberto Galligani e Federico Scardina, adatto anche per accompagnare aperitivi e antipasti, è la volta della grande pasticceria a occuparsi di questo saporito prodotto della piana albenganese. Lunedì 25 marzo sarà infatti ospite dell’Azienda agricola Vio Andrea la venticinquenne Federica Russo, grande promessa della pasticceria italiana, cresciuta alla scuola del celebre Fabrizio Galla, nel laboratorio di San Sebastiano Po, alle porte di Torino.

Insignita pochi mesi fa del titolo di Miglior pasticciere donna 2018 confessa che i suoi dolci preferiti sono il cannolo siciliano e la pastiera napoletana. Ma dall’incontro con il giovane imprenditore ingauno, che ha portato creatività e innovazioni nella produzione e nella commercializzazione del carciofo spinoso di Albenga, è nata l’idea di realizzare un nuovo dolce con ingrediente principale proprio le “articiocche” liguri. Per questo la pastry chef Federica Russo lunedì 25 marzo sarà nella città delle torri, per visitare l’Azienda Vio e per presentare la sua nuova creazione destinata a portare in Italia e nel mondo il nome di Albenga e delle sue specialità. Dopo un set fotografico nel centro storico con Mario Rossello è prevista una sosta nella cantina dei Fieui di caruggi  per la firma della piastrella che sarà posta sul muretto di “E ghe mettu a firma” accanto agli autografi di tante celebrità e di stelle nascenti. 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium