/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 23 marzo 2019, 12:58

Albenga 2019, Ilenia Taibi e Salvatore Alessi scendono in campo a sostegno di Diego Distilo sindaco

Rappresenteranno Vadino

Albenga 2019, Ilenia Taibi e Salvatore Alessi scendono in campo a sostegno di Diego Distilo sindaco

Ilenia Taibi e Salvatore Alessi in campo con Diego Distilo per rappresentare Vadino. "Cos’è oggi Albenga e cosa possiamo fare per darle una meritata prospettiva di rilancio e di sviluppo. Oggi non faremo attraverso questo articolo promesse irrealizzabili poiché siamo abituati a perseguire in ogni mio atto la concretezza; in estrema sintesi poche parole e molti fatti" commentano Ilenia, gestore dell'impianto ENI di Vadino e Salvatore perito elettrico attualmente impiegato tecnico gestione cantieri e personale per E-distribuzione in Liguria e Piemonte. 

"Ci siamo candidati perchè pensiamo di poter dare il nostro contributo alla soluzione di alcuni problemi che riguardano Albenga.Una città che vuol darsi una vocazione turistica deve trattare il tema della sicurezza con grande senso di responsabilità poichè creare allarmismi non farà altro che ritorcersi negativamente sulla città, marchiandola come non sicura o in mano alle varie correnti delinquenziali.E allora è inutile gridare al lupo, ma pretendere dalle Forze dell’Ordine una maggiore presenza e controllo del territorio".

"Bisogna partecipare alle riunioni in Prefettura, non per farsi raccontare che statisticamente i reati sarebbero diminuiti ma, per ottenere precisi impegni per un impiego costante e visibile degli uomini in divisa - proseguono - Ciò non solo in Piazza del Popolo o nei pressi del centro storico, ma in tutta la città e le sue frazioni. Non vi debbono essere zone franche ove si possano commettere reati di ogni genere.Abbiamo affrontato oggi quale primo argomento quello della sicurezza perchè crediamo, fermamente,che da esso dipenda anche la  soluzione di tanti altri problemi".

"E’ inutile infatti rifare i parchi e i giardinetti o rivalutare il centro storico se poi non li rendiamo vivibili ed usufruibili da parte dei cittadini di ogni genere ed età. Altro argomento collegato è quello del turismo che riparte sì dalle infrastrutture, dalla capacità ricettiva ampliata, dalle migliori opportunità offerte agli operatori del settore, da iniziative culturali ed artistiche che dovranno interessa e anche le frazioni o il quartiere di Vadino,vissuto fino ad oggi come un corpo estraneo alla città ma soprattutto dall’assicurazione di una ritrovata  tranquillità e sicurezza.Un argomento a cui siamo particolarmente attenti è quello del sostenimento del commercio e di ogni attività artigianale e agricola. Occorre una sensibilità verso questi settori che creano ricchezza e posti di lavoro". 

"Bisogna evitare la desertificazione di attività che riguarda alcune zone della città, con conseguente aumento del degrado e della desolazione. Osservare l’aumento di vetrine vuote crea nei cittadini una sfiducia nell’avvenire. A livello locale è possibile intervenire evitando di aggravare una già difficile situazione economica generale con aumento di tasse locali a cominciare dalla TARI. Le istituzioni locali debbono essere vicine agli operatori dei vari settori e venire incontro alle loro diverse esigenze. O si cresce insieme o non si cresce". 

"Albenga merita sicuramente una maggiore rivalutazione sotto ogni aspetto e ciò è un traguardo che ritengo possibile - concludono - Ripetiamo non miracoli ma l’inizio di un percorso virtuoso. Per fare ciò c’è bisogno di persone oneste e volenterose che si impegnino con sacrificio e dedizione per il bene di tutti ed il buon nome di Albenga. Noi siamo pronti a farlo". 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium