/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 11 aprile 2019, 09:56

Spotorno, gli ex assessori Delbono e Moretti: "Ecco le ragioni delle nostre dimissioni"

Spiegano gli assessori dimissionari: "Sindaco sempre più isolato nelle sue decisioni, viene meno un rapporto di reciproca fiducia"

Spotorno, gli ex assessori Delbono e Moretti: "Ecco le ragioni delle nostre dimissioni"

Come annunciato ieri su Savonanews, gli assessori Davide Delbono (politiche sociali e rapporti con le associazioni) e Giulia Moretti (famiglia e infanzia), hanno annunciato le loro dimissioni dalla giunta del Comune di Spotorno.

In una lettera fatta pervenire a tutti i consiglieri che fanno parte del consiglio comunale spotornese, Delbono e Moretti spiegano così le loro decisioni:

"In qualità di membri della Giunta Fiorini in questi ultimi mesi abbiamo assistito a un progressivo isolamento del Sindaco nelle sue decisioni.

Le occasioni sono molteplici: dal mancato coinvolgimento nostro e di altri membri della maggioranza nella riorganizzazione degli Uffici, che ha creato disagi e malcontento tra i dipendenti e i cittadini, al non aver condiviso il bilancio comunale con noi e con la maggioranza prima della sua approvazione in Consiglio comunale.

Il Sindaco preferisce amministrare e prendere decisioni importanti per il paese in totale autonomia, spesso con ingerenze negli assessorati di nostra competenza, tanto da mettere in dubbio il rapporto di fiducia che deve esistere tra amministratori.

È il chiaro segnale che da parte del Sindaco Fiorini è venuta a mancare la volontà di una gestione improntata sulla collegialità e sulla fiducia reciproca e, per quanto ci riguarda, questo non è più politicamente e moralmente sostenibile.

In ultimo, ci dissociamo totalmente dalle azioni e dalle dichiarazioni pubbliche del Sindaco e di alcuni membri della maggioranza, in riferimento ai recenti fatti legati all’ex Vicesindaco, per i quali non è nostra competenza entrare nel merito e sui quali ci auguriamo venga fatta chiarezza al più presto.

Forti del senso di responsabilità che abbiamo verso l’Istituzione Comune e nel rispetto verso i nostri elettori, riteniamo, quindi, non esistano più le condizioni per continuare ad amministrare in questa Giunta.

Auspichiamo che l’Amministrazione comprenda la nostra scelta e ne faccia tesoro per garantire il bene comune ai nostri cittadini".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium