/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 12 aprile 2019, 10:45

L'assessore di Borghetto Santo Spirito Ester Cannonero partecipa agli Stati Generali per i Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza in Regione

L'iniziativa è stata promossa dalla vicepresidente regionale Sonia Viale in occasione del trentennale della Convenzione di New York

L'assessore di Borghetto Santo Spirito Ester Cannonero partecipa agli Stati Generali per i Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza in Regione

Si sono svolti ieri pomeriggio nel Palazzo della Regione Liguria a Genova gli Stati Generali dei Diritti “All Rights”, nell’ambito dei 30 anni della Carta dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. La manifestazione rientra nell’ambito del progetto “In volo sempre diritti” dell’Unicef, pubblicizzato anche attraverso i siti www.semprediritti.net e www.atlantedirittiliguria.it

Spiega il vicepresidente regionale e assessore alla sanità Sonia Viale, attraverso le proprie pagine social: “Una giornata dedicata ai diritti dei fanciulli per preparare il trentennale della Convenzione di New York. Ascoltare i minori e trasformare in azioni le loro proposte. Una Liguria anche a misura di bambini e bambine”.

All’evento ha partecipato l’assessore alle politiche sociali del Comune di Borghetto Santo Spirito, Maria Ester Cannonero, che esprime profonda soddisfazione per l’evento e commenta: “Si è trattato di una giornata molto emozionante sul piano umano e al tempo stesso molto soddisfacente su quello organizzativo e formativo. Essa infatti è stata organizzata non come i soliti congressi, affidati a uno o più relatori, ma si è articolata in sette workshop con sette aree tematiche sviluppate in gruppo. Da questi tavoli sono affiorate le problematiche dei singoli territori e si è valutato insieme come affrontarle. Un’esperienza positiva e costruttiva. Si tratta solo di una prima tappa che porterà al compimento dei lavori in Regione per celebrare il trentennale della convenzione di New York. Positiva anche la partecipazione di ragazzi e ragazze da tutta la Regione che hanno esternato il loro punto di vista”.

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium