/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 13 aprile 2019, 11:44

Liguria "dai capelli d'argento": a Loano un convegno sulla "Silver Economy", il turismo degli Over 65

Oggi l'Italia è la seconda nazione più "anziana" al mondo dopo il Giappone, con oltre il 65% di ultrasessantenni. Una categoria che investe, spende, ha tempo libero e può determinare il successo di un prodotto

Liguria "dai capelli d'argento": a Loano un convegno sulla "Silver Economy", il turismo degli Over 65

Negli anni ’70 e ’80 lo chiamavamo semplicemente “turismo invernale” e, come spiega Angelo Berlangieri, presidente di UPA (Unione Provinciale Albergatori di Savona), “ha rappresentato per noi il primo concetto di destagionalizzazione, perché ci ha dimostrato che gli anziani, in pensione e quindi non più vincolati alle turnazioni del lavoro e delle ferie, potevano scegliere di svernare in Liguria, dove trovavano un clima più mite rispetto alle grandi città del Nord Italia”.

Oggi per questo settore è stato coniato un termine più moderno, ed è “Silver economy”: letteralmente “l’economia d’argento”, ma nello specifico l’economia rivolta a chi d’argento oggi ha i capelli, quindi la terza età.

Queste, le tematiche al centro di “Le nuove frontiere sul 'Turismo del Benessere' per una vacanza geri-active” il convegno svoltosi presso il Marina Center di Marina di Loano.

L'iniziativa è stata organizzata dall'associazione “Progetto Donne e Futuro” presieduta dall'avvocato savonese Cristina Rossello con la collaborazione di Marina di Loano ed il patrocinio del Comune di Loano, della Provincia di Savona e di Regione Liguria.

L’evento ha chiamato una grande partecipazione di pubblici amministratori dalla Provincia di Savona, dalla Regione Liguria, da diversi Comuni vicini (Alassio, Borghetto Santo Spirito, Pietra Ligure, Tovo San Giacomo, Giustenice), ma persino dall’estremo levante savonese (Marina Lombardi, sindaco di Stella) e dal Ponente imperiese, a due passi dalla vicina Francia (Marilena Piardi, vicesindaco di Vallecrosia). Oltre alla forte presenza politica, anche rappresentanti di diverse associazioni di categoria, soprattutto di albergatori del comprensorio, e della Fondazione De Mari di Savona.

Dopo i vari saluti di rito, coordinati nel loro susseguirsi dal presentatore Marco Mazzucchelli, ad entrare nel vivo del dibattito è Sonia Viale, vicepresidente regionale e assessore alla sanità della Regione Liguria, che sottolinea: “Due aspetti chiave per garantire la giusta accoglienza verso la terza età sono una sanità di qualità e una mobilità pubblica efficiente. E come Regione stiamo lavorando molto in questi settori, con l’avvio di riforme e di piani sociosanitari che vanno nella direzione corretta”.

In un convegno così partecipato a livello di province di Savona e Imperia, non può mancare un riferimento ai bandi per gli ospedali di Albenga, Bordighera, Cairo Montenotte. Commenta Viale: “Tre paesi che in termini di accoglienza potranno costruire molto attorno a questo progetto di sanità di qualità”.

Sonia Viale conclude ricordando che la Provincia di Savona si è aggiudicata l’importante progetto “Community del Benessere 2020”.

Il clou dell’evento è incentrato sull’intervento di Cristina Rossello, promotrice dell’intera iniziativa, avvocato, esperta di diritto commerciale e diritto bancario, manager e da marzo 2018 parlamentare della Repubblica.

Proprio partendo da questa sua carica politica, Rossello esordisce con un saluto ai numerosi pubblici amministratori presenti e sottolinea: “Oggi c’è un approccio sempre più infastidito nei confronti del politico, visto troppo spesso dalla gente come ladro, parassita, mangiasoldi. Io invece oggi vedo degli amministratori che al sabato mattina, in una bella giornata di sole, sottraggono tempo alle proprie famiglie per seguire un progetto che faccia del bene alla comunità. La gente deve tornare ad avere un buon dialogo con la politica, ma a loro volta i politici, per conquistare una posizione di leadership, devono prima conquistare la stima, la fiducia, il rispetto dei cittadini”.

Rossello descrive poi la sua attività progettuale, da sempre fortemente incentrata nel dare voce a quelle categorie che, ingiustamente, hanno ancora troppo poca “voce in capitolo” nella società e nell’economia di oggi: le donne, gli anziani, i giovani.

Racconta  Rossello come è nato “Donne e futuro”: “Abbiamo importato in Italia il concetto di Womenomics, l’economia al femminile, traducendo per primi testi e pubblicazioni dagli USA che in Italia non erano mai arrivati. E questo ha aperto le strade ad importanti battaglie dedicate, ad esempio, alle quote rosa”. E aggiunge: “Ricordiamoci che nella famiglia la donna è quella che ha in mano il vero potere d’acquisto, è quella che più spesso ha il compito di scegliere il prodotto sullo scaffale e ne determina il successo”.

E dopo le donne, gli anziani, o meglio: la “Silver Economy”. Su questo tema, Cristina Rossello offre cifre che, per chi non le ha mai analizzate fino a oggi, possono risultare sorprendenti: l’Italia è infatti la seconda nazione più “vecchia” per età media al mondo, dopo il Giappone, con oltre il 65% di abitanti “over 65”. E la Liguria è una delle regioni più “silver” (se non la più silver in assoluto) d’Italia.

Ricorda Rossello: “Oggi l’anziano è percepito come costo sociale, non come valore. Eppure l’anziano oggi è quello che aiuta figli e nipoti, spesso contribuendo a mandare i più giovani della famiglia all’Università. L’anziano oggi è una persona che avendo condotto la sua vita lavorativa in un periodo economicamente favorevole ha potuto comprare una casa e, talvolta, più di una. L’anziano esce, incontra gli amici, può disporre di tempo libero di qualità. In cambio le richieste che vuole soddisfare sono wellness, cioè benessere, salute, sicurezza. Si pensi che nel 2016 in Italia gli ultrasessantenni hanno prodotto un volume d’affari da 125 miliardi di euro, pari al 25% della spesa totale nazionale delle famiglie”.

Conclude Cristina Rossello esprimendo parole di viva gratitudine all’albergatore e imprenditore Carlo Scrivano: “Senza il suo aiuto e il suo supporto questo convegno di oggi non sarebbe stato possibile”.

 

Le videointerviste:

Pierangelo Olivieri, presidente della Provincia di Savona:

Angelo Berlangieri, presidente Unione Provinciale Albergatori della provincia di Savona:

Sonia Viale, vicepresidente e assessore alla Sanità Regione Liguria:

Cristina Rossello, parlamentare, ideatrice e promotrice dell'evento:

Luigi Pignocca, sindaco di Loano:

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium