/ Savona

Savona | 15 aprile 2019, 14:32

Savona, vertice all'Unione Industriali per Piaggio Aerospace: un centinaio di lavoratori andranno in cassa a 0 ore

Nulla di fatto dal confronto odierno. Verrà rinviato l'incontro al Ministero Lavoro del prossimo 17 aprile. La situazione dei lavoratori continua a destare preoccupazione

Savona, vertice all'Unione Industriali per Piaggio Aerospace: un centinaio di lavoratori andranno in cassa a 0 ore

AGGIORNAMENTO ORE 16.30: nulla di fatto dall'incontro all'Unione Industriali di Savona. Verrà rinviato l'incontro al Ministero Lavoro del prossimo 17 aprile. La  situazione dei lavoratori continua a destare preoccupazione, per un quadro che si delinea molto critico: ad essere coinvolte circa 500 persone, 126 più 30 dipendenti (15 a Genova e 15 a Villanova) che saranno a zero ore di cassa integrazione. 

Questi i numeri: 1027 apertura Cigs (cassa integrazione straordinaria); Cigs per i primi 3 mesi; 504 persone coinvolte; 156 Cigs a zero ore. Per sito: Genova 22 +15 già in Cigs; Villanova d'Albenga 452 +15 già in Cigs. Aree coinvolte nella Cigs: velivoli, direzione tecnica e staff. Aree non coinvolte: motori (Villanova) e Customer Service (Genova). 

Commenta Alessandro Vella (Cisl): "L'azienda ha confermato l'apertura della cassa integrazione (dal 2 maggio) che coinvolgerà molti lavoratori. Oggi non abbiamo ancora firmato l'accordo perché vogliamo prima aspettare l'incontro del 24 per capire le prospettive industriali di rilancio della Piaggio". 

"Purtroppo il dato oggettivo è che dal mese di maggio partirà la cassa integrazione per i tanti lavoratori, alcuni a zero ore, altri a rotazione. Mancano alcuni elementi come l'anticipo della cassa integrazione e soprattutto una risposta del Governo rispetto al futuro dell'azienda - conclude - Ancora oggi, a distanza di qualche giorno, non abbiamo nessun tipo di segnale se i famosi 250 milioni verranno finalmente finanziati". 

Un incontro nella sede dell'Unione Industriali di Savona, alla presenza delle organizzazioni sindacali e rsu, che dovrà servire per gettare le basi dell’accordo per la cassa integrazione straordinaria il quale servirà per il tavolo al Ministero del Lavoro di mercoledì 17 aprile alle ore 13.00.

Il futuro della Piaggio Aerospace e dei lavoratori quindi passa proprio da un intenso mese di aprile, il 24 aprile infatti al Mise verrà trattato il tema del rilancio industriali che passa dalle partite riguardanti i P1HH e P180.

Lo scorso 3 aprile per i dipendenti dell’azienda aeronautica era stata avviata la procedura di ammortizzatori sociali per ben 1.024 lavoratori, invece l'inizio della cassa integrazione straordinaria è stato fissato per il 1 Maggio.

"E' molto importante che si riesca ad avere delle risposte prima gi maggio quando partirà la cassa integrazione. Siamo consci, infatti, che la cassa è quasi un percorso obbligato, ma deve essere vista ed utilizzata in una fase di rilancio dell'azienda, non deve essere un punto di arrivo e non ritorno" spiega Lorenzo Ferraro, Cgil.

"Proprio per questo - continua Ferraro - devono arrivare risposte chiare da parte di tutti i Ministeri interessati. Questa vertenza, infatti, interessa diversi aspetti ed il Governo deve parlare in modo univoco".

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium