/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 16 aprile 2019, 12:56

Tasso di occupazione comunale: Vado Ligure al primo posto

I dati sono stati diffusi da Istat e Mef ed elaborati da Il Sole 24 Ore. Seconda Savona, terza Pietra Ligure. Balestrino primo tra i comuni di piccola dimensione.

Tasso di occupazione comunale: Vado Ligure al primo posto

Nel comune di Vado il 67,34% della popolazione tra i 15 e i 64 anni è occupata, il più alto tasso di occupazione su base comunale per la provincia di Savona.

I dati diffusi da Istat e Mef su base nazionale ma anche regionale e provinciale ed elaborati da Il Sole 24 Ore si basano sulle dichiarazione dei redditi presentata e il comune vadese si piazza sul gradino più alto del podio nel savonese seguito da Savona con 66.87% e Pietra Ligure 65.62%.

Il comune di Balestrino (579 abitanti) invece si piazza al primo posto con il 67.59% tra i comuni di piccola e media dimensione seguito da Millesimo 66.65%, Bergeggi 66.17%, e Plodio 65.54%.

Tra i comuni con più abitanti stabile il tasso di occupazione a Albenga (62.86%), Cairo Montenotte (62.19), Varazze (61.93%), Finale Ligure (61.25%), Loano (60.45%), Alassio fanalino di coda con il 59.68%.

Sulla mappa sono segnati con il loro colore arancione i comuni con un tasso inferiore alla media nazionale, quelli in azzurro ne hanno uno superiore. Mentre i filtri nella parte bassa permettono di stringere la mappa su uno specifico territorio.

La base di partenza per arrivare al tasso di occupazione comunale è rappresentata dai dati relativi alle dichiarazioni dei redditi del 2018, che fanno riferimento all’anno di imposta 2017, appena rilasciate dal ministero dell’Economia.

Infodata ha estratto i numeri relativi alla frequenza dei redditi da lavoro dipendente o assimilato, autonomo e da imprenditore. Determinando così il numero di persone con un’occupazione su base comunale. Questo numero è stato poi rapportato alla popolazione residente al 1 gennaio 2018, sempre su base comunale, censita da Istat.

Il raffronto è stato fatto con la sola popolazione attiva, quella cioè compresa tra i 15 ed i 64 anni di età. In questo modo si è arrivati a calcolare quello che Infodata definisce come il tasso di disoccupazione su base comunale.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium