/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 16 aprile 2019, 18:13

Sorvoli della Capitaneria di Porto: nessuna chiazza oleosa sul Mar Ligure dopo lo sversamento da parte di un aereo di linea

A causa di un problema tecnico un volo tra Milano e Tokyo che sorvolava la Liguria è stato costretto a sganciare parte del carburante

immagine di repertorio tratta dal sito della Guardia Costiera

immagine di repertorio tratta dal sito della Guardia Costiera

Sul Mar Ligure non sono presenti chiazze oleose. È questo il risultato dei sorvoli effettuati durante le ore del mattino da parte della Capitaneria di porto, dopo la notizia di uno scarico di carburante da parte di un aereo partito da Milano e diretto a Tokyo, costretto a questa operazione a causa di un problema tecnico. Sul Mar Ligure sono state rilevate solo alcune iridescenze, che non si sa se siano imputabili all’evento in questione.

Regione Liguria è rimasta costantemente in contatto con tutti gli enti coinvolti per verificare cosa fosse accaduto ed eventuali ripercussioni sul territorio e sul mare: secondo l’Enac, il carburante, secondo la procedura standard consolidata e certificata, è stato scaricato in volo ad una quota superiore ai 16mila piedi.

Arpal fa sapere che i tecnici dell’Agenzia, in accordo con la Capitaneria, hanno comunque effettuato alcune sommarie considerazioni di carattere generale, partendo dalle informazioni minime a disposizione di Capitaneria di Porto ed Enac.

Dall’analisi dei dati modellistici di temperatura al suolo e dalla letteratura scientifica sul tema del rilascio di combustibile appare cautelativo ritenere che gran parte del materiale si sia volatilizzato e solo una piccolissima percentuale (nell’ordine dello 0,2%) del combustibile possa aver raggiunto - nella peggiore delle ipotesi - la quota al suolo sottostante l’intera area interessata dal rilascio.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium