/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 24 aprile 2019, 19:16

Riapre il Centro Prelievi a Cisano sul Neva. Niero: "Dove non arriva l'Asl ci pensa il Comune"

Il servizio è stato necessariamente privatizzato, ma ha ripreso a funzionare a pieno ritmo.

Riapre il Centro Prelievi a Cisano sul Neva. Niero: "Dove non arriva l'Asl ci pensa il Comune"

Il centro prelievi di Cisano Salute ha riaperto e torna ad essere un punto di riferimento per l’immediato entroterra ingauno.

Il sindaco Massimo Niero ripercorre le vicissitudini che hanno portato alla necessaria privatizzazione del servizio: “Due anni fa abbiamo riaccreditato con Asl il nostro Centro Prelievi all’interno di Cisano Salute con un servizio completamente erogato dal pubblico e dato da Asl.

Dopo circa un anno che abbiamo svolto in maniera intensa questo servizio diventando un punto di riferimento per l’entroterra, ma anche per le frazioni di Albenga a noi confinanti, abbiamo subito un taglio dei servizi da parte di Asl. Secondo noi è stato uno scellerato taglio. Questo era un presidio del territorio, un punto di riferimento. Se la politica volta a mantenere abitati gli entroterra comincia in questa maniera ci sembra un po’ fuori senso e a questo punto ci siamo adoperati in maniera repentina e celere per privatizzarlo. Purtroppo avremmo preferito stanziare questi soldi per altro, ma abbiamo reputato che tutte le persone che arrivavano qua, penso ai nostri anziani e alle persone malate in particolare, non dovessero andare ad Albenga in Ospedale per avere un servizio di prelievo che tra l’altro  era circoscritto ad una giornata alla settimana, ma con tanti prelievi (dai 15 ai 25 a giornata).”

La scelta è stata quella di garantire un servizio fondamentale ai cittadini che, anche nell’entroterra e nei comuni più piccoli non devono sentirsi abbandonati.

Afferma Niero: Abbiamo valutato questo come un aspetto fondamentale e siamo riusciti attraverso la privatizzazione e cioè prendendo una infermiera per poter fare questo a riaccreditarci mantenendo inalterato il servizio.

Crediamo che attraverso una rete di servizi maggiore si possa migliorare la qualità della vita e stimolare le persone a vivere negli entroterra. Questo pensiamo sia fondamentale e i fatti ci danno ragione. Ogni venerdì 15, 20, 25 persone sono a Cisano Salute a fare i prelievi e se non ci arriva Asl ci arriva il comune di Cisano privatizzando il servizio”.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium