/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 04 maggio 2019, 13:34

Oltre 93 mila euro di multe, tre sequestri di merce falsa e una denuncia per spaccio: superlavoro della municipale di Loano nei ponti primaverili

Un bilancio che mostra diverse attività da parte della polizia locale di Loano.

Oltre 93 mila euro di multe, tre sequestri di merce falsa e una denuncia per spaccio: superlavoro della municipale di Loano nei ponti primaverili

Ammontano ad oltre 93 mila euro le sanzioni elevate dalla polizia municipale di Loano durante gli oltre dieci giorni di ponti festivi compresi tra Pasqua, la Festa della Liberazione e la Festa del Lavoro.

Di concerto con l'amministrazione comunale, il comandante Gianluigi Soro ha stabilito di rafforzare il presidio del territorio con pattuglie in servizio anche in orario serale e puntando sulla presenza e visibilità dei presidi degli agenti a scopo deterrente.

Nello svolgimento del loro lavoro gli agenti hanno potuto contare sul supporto di velox e TruCam, telecamere fisse e mobili per il monitoraggio del traffico e, durante i controlli serali dedicati alla verifica dello stato di ebbrezza dei conducenti, dell'etilometro.

In totale gli uomini della pattuglia di “Sicurezza Stradale” hanno sequestrato 7 veicoli sprovvisti di assicurazione (per un totale di 12.148,50 euro di sanzioni); hanno revocato la patente di un conducente sorpreso a circolare a bordo di un veicolo sottoposto a fermo (infrazione che ha comportato anche una multa di 1.988 euro).

Gli agenti hanno sanzionato (per un totale di 17.376 euro) due guidatori alla guida senza patente e hanno multato otto persone (per 1.332 euro) trovate in auto senza cinture.

Due conducenti sono stati multati per uso del cellulare al volante (per 661 euro) mentre un altro è stato multato per guida con patente scaduta (per 319.50 euro).

Gli agenti hanno individuato anche 27 veicoli non in regola con la revisione periodica obbligatoria (per un totale di 9.382,50 euro di sanzioni) e hanno multato altri 33 veicoli (per 11.476,50 euro di multe) tramite il sistema di lettura targe. Infine, sono stateelevate altre 446 multe per divieto di sosta per un totale di 38.579 euro.

Queste cifre si sommano ai 48 mila euro incassati dai parcheggi a pagamento, una cifra “record” pari a quella fatta registrare in alcuni mesi estivi di particolare affluenza turistica.

Notevole è stato anche l'impegno degli agenti sul fronte dell'attività di polizia giudiziaria. La pattuglia di “Sicurezza Urbana” ha effettuato tre sequestri di merce contraffatta (per un totale di oltre 60 capi) e denunciato a piede libero due persone per il reato di commercio abusivo.

Ancora, gli agenti hanno denunciato a piede libero un 25enne di origine albanese per spaccio di hashish ehanno segnalato un 17enne alla Prefettura di Savona quale assuntore di stupefacenti. Le due misure arrivano a conclusione di un'indagine durata circa un mese e scaturita a seguito della segnalazione di un villeggiante, che ha notato la presenza di numerose comitive di ragazzi (molti dei quali minorenni) nella zona del parco Sant'Agostino.

Secondo quanto riferito dal turista, i giovani avevano l'abitudine di consumare gli stupefacenti all'interno dell'area del parco; sovente i pusher si recavano direttamente al parco per vendere la droga.

I sopralluoghi effettuati dagli agenti hanno confermato la correttezza delle informazioni e quindi il fatto che il parco Sant'Agostino fosse diventato area di “rifugio” per venditori e consumatori, tra i quali anche ragazzi dai 13 ai 18 anni di età. Analizzando le registrazioni delle telecamere di videosorveglianza presenti in zona, poi, gli uomini della polizia locale hanno individuato un pusher impegnato in una “transazione”.

A seguito dell'ennesima segnalazione fatta pervenire alla centrale operativa, il pomeriggio del 1^ maggio gli agenti della pattuglia di “Sicurezza Urbana” si sono recati al parco: qui gli operatori si sono imbattuti in quattro ragazzi, uno dei quali minorenne. Proprio quest'ultimo è stato trovato in possesso di due dosi dihashish, acquistate la sera prima proprio dall'albanese di 25 anni.

Questi è risultato poi essere il soggettoripreso dalle telecamere mentre cedeva alcune dosi di hashish ad un giovane cliente. Successivamente lostesso giovane ha confermato di essere lui il ragazzo ripreso dalle telecamere.A questo punto cliente ed acquirente sono stati condotti al comando di via dei Gazzi: espletate le incombenze di rito, gli agenti hanno denunciato il 25enne in stato di libertà per spaccio di droga, mentre il minorenne di 17 anni è stato segnalato come assuntore abituale di sostanze stupefacenti.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium