/ Solidarietà

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Solidarietà | 05 maggio 2019, 11:06

Pietra Ligure e Genova sempre più vicine grazie a una cena e un weekend "solidali" (FOTOgallery e VIDEOinterviste)

Le famiglie coinvolte nello sfollamento dei quartieri attorno al ponte Morandi ospiti per un fine settimana "col sorriso" nelle strutture alberghiere di Pietra Ligure

Pietra Ligure e Genova sempre più vicine grazie a una cena e un weekend "solidali" (FOTOgallery e VIDEOinterviste)

È stata un vero successo, con momenti di sincero e genuino divertimento e altri di intensa e sincera commozione, la “cena solidale” organizzata da APA, l’Associazione Albergatori di Pietra Ligure e Borgio Verezzi, con la collaborazione dei Frati Minori del convento attiguo alla Parrocchia di Nostra Signora del Soccorso, che nel loro Salone hanno ospitato l’evento.

Questo momento conviviale, punteggiato da piatti della tradizione ligure, come i fugassin, la torta pasqualina, i ravioli “au tuccu” o burro e salvia, e culminato in una torta bellissima da vedere oltre che buona da mangiare, è nato grazie al dialogo tra APA, il Municipio n. 5 Val Polcevera di Genova, la Croce Rosa di Rivarolo e il Comitato Lavoratori Zona Rossa.

Lo scopo era quello di offrire a circa una cinquantina di persone coinvolte dalla tragedia del crollo del Ponte Morandi a Genova un weekend di svago e di relax che contribuisse in qualche modo a gettarsi almeno per un po’ alle spalle quei tragici momenti. Gli amici genovesi sono stati ospitati nei giorni del 4 e 5 maggio in varie strutture dislocate sul territorio pietrese.

Alla cena di sabato sera hanno partecipato numerosi esponenti della politica, dell’associazionismo e della cultura sia del comprensorio che liguri.

Solidarietà e amore per il territorio anche in tutte le stoviglie adoperate per la cena, dai piatti ai bicchieri, dalle posate alle tazzine da caffè: tutto materiale rigorosamente compostabile al 100%.

E domenica, una escursione tutti insieme nelle Grotte Valdemino di Borgio Verezzi.

Ecco il saluto e le parole di accoglienza di Frate Pietro:

Le parole di commozione del presidente del Municipio n. 5 Val Polcevera di Genova, Federico Romeo: “Porterò nel cuore il ricordo di questo lungo tavolo che ci univa tutti”.

Soddisfazione è espressa dal sindaco Dario Valeriani: “Pietra su Pietra in alto arriverai, recitano dei versi scritti da San Francesco. Oggi Genova ha il cuore spezzato dopo quella immane tragedia, dobbiamo far sentire ai genovesi tutta la nostra vicinanza”.

Con gli occhi ancora lucidi per un pizzico di commozione, Giuseppe Casella (Presidente APA) traccia un positivo bilancio di questa “due-giorni solidale”.

Marco Trucco, del Comitato Lavoratori Zona Rossa: “Queste famiglie da troppo tempo non vivevano neanche un giorno di ferie. Questa è stata una bellissima opportunità”.

Ospite della serata anche Paolo Colombo, giornalista di La7, che ha portato la sua testimonianza di 264 giorni all’ombra di quel ponte crollato. Momenti intensi, come il ricordo di una vecchietta di 90 anni alla quale è stato concesso di entrare per un ultimo quarto d’ora nella sua casa di una vita prima dello sfollamento.

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium