/ Politica

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 17 maggio 2019, 13:58

Stasera a Toirano presentazione della lista "Non solo centro"

Il candidato alla carica di sindaco Roberto Bianco annuncia la squadra e il programma

Stasera a Toirano presentazione della lista "Non solo centro"

Questa sera, venerdì 17 maggio, alle ore 21 presso la Sala del Consiglio Comunale nel centro storico di Toirano il candidato alla carica di sindaco Roberto Bianco presenta la squadra e il programma della sua lista “Non solo centro”.

Ecco qualche breve “assaggio” del programma divulgato alla cittadinanza toiranese.

“La solidarietà intergenerazionale è elemento fondante del progetto, sintetizzata dalla figura centrale che vede affiancate anzianità e gioventù, a braccetto.

Vogliamo un Toirano accogliente e virtuoso, in cui ognuno senta l'orgoglio dell'appartenenza e un legame forte tra le diverse generazioni per seguire e imparare dai nostri anziani.

Il nostro programma mira principalmente alle necessità ambientali, urbanistiche e alle opere primarie funzionali che riguardano non solo il centro ma tutto il territorio.

 

La nostra prossima amministrazione è convinta della necessità dell'utilizzo delle aree oggi non utilizzate e delle insite prospettive di valorizzazione del Paese che queste possono avere se ben governate e ben amministrate ; l'idea è però quella di evitare enormi e costose opere che comporterebbero anni di disagi ai Toiranesi, per avere in ultimo un'attività completamente scollegata da quelle che sono le nostre risorse e le nostre naturali vocazioni e il cui destino gestionale risulta difficilmente immaginabile.

La nostra idea è quindi di valorizzare e rivitalizzare l'area comunale in località Martinetto in modo tale da poterle inserire all'interno di un Complesso Museale Diffuso senza importati investimenti economici ne' massicci interventi strutturali, creando una ricostruzione di un villaggio preistorico che permetta ai visitatori (scolaresche in primis) di immergersi nella vita dei nostri antenati nelle diverse fasi del suo sviluppo (grotte-capanne-civiltà contadina). Questo inquadrato nella realtà storica del nostro paese che lo vede tra i siti più importanti per lo studio del Neolitico in Liguria, al fianco dei Balzi Rossi di Ventimiglia e delle Arene Candide di Finale.

Infatti vogliamo fare di Toirano un complesso museale diffuso con al centro le grotte, che rappresentano il nostro volano economico ( che vanno in parte ripensate e aggiornate ai nostri tempi ) che dovrà lavorare in sinergia con il villaggio preistorico che verrà realizzato nell'area del Martinetto.

Daremo vita a un progetto di riqualificazione di tutti i giardinetti pubblici, ovunque collocati nel territorio, contribuendo alla razionalizzazione dei costi di gestione del verde pubblico, potendo così migliorare tutte le aiuole a verde con fioriture di stagione e fornendo i giardini di adeguate panchine e strutture di svago dei bambini.

Miglioreremo l'arredo urbano con installazione di dispenser per la raccolta dei rifiuti urbani e deiezioni canine, di posaceneri esterni, di panchine e rastrelliere per biciclette.

Le strade e gli spazi pubblici dovranno essere curati e custoditi da tutti.

Manutenzione continua e attenta di tutti gli spazi comunali come il campetto di via Vittorio Emanuele II e la vicina area cani, il parco de Marchese, zona Giare.

Modifica della viabilità per migliorare la sicurezza dei bambini delle scuole, con particolare attenzione per i percorsi necessari a raggiungere i luoghi esterni dove si svolgono attività motorie (palestrina e palazzetto) che presentano numerosi elementi di pericolosità potenziale. Valutazione con gli uffici provinciali preposti e con le autorità scolastiche per introdurre attraversamenti segnalati, modifiche di percorrenza e camminamenti protetti per ottenere la massima sicurezza possibile.

Importante è anche migliorare la situazione all’ingresso e all’uscita da scuola, potenziando dove possibile il servizio di pulmino scolastico.

Più delle altre frazioni e borgate di Toirano, Carpe richiede una particolare attenzione a causa della sua distanza dal centro paese. Per questa frazione si rende necessario uno specifico programma di investimenti per la realizzazione di parcheggi, potenziare l’illuminazione pubblica e dove necessario mettere telecamere per il rilevamento della velocità con sistema “Tutor” vista la pericolosità della strada.

Studiare la possibilità di usare le strutture comunali come ambulatorio medico per fornire un presidio locale a una zona disagiata.

Posizionare sacchetti di sale nei punti strategici per interventi locali in caso di neve.

Manutenzione del cimitero della frazione.

La parte rurale di un paese è fondamentale per il suo benessere complessivo. Noi tutti siamo nati nell’era dello spopolamento delle campagne per un accentramento nelle città. Ora il trend sta cambiando principalmente per due motivi: la vita nelle città sta diventando troppo stressante per la bassa qualità di vita e la necessità di avere un cibo di qualità in quantità maggiore. Il tutto ovviamente rispettando la natura e l’ambiente in cui viviamo. La nostra intenzione è quella di rivalorizzare la campagna per far ripartire un flusso di benessere a 360 gradi. Favorendo coltivazioni sostenibili. Sostenibili in questo caso si intende nella forma più generale possibile, quindi senza entrare troppo nel dettaglio, il progetto è quello di andare a produrre una materia prima utilizzando gli scarti dei prodotti finiti migliorando la salubrità dei prodotti e dell’ambiente in cui viviamo.

Questo è uno dei tasselli fondamentali per la costruzione di un paese che deve offrire un’eccellenza. Il miglior ambiente possibile, con il miglior cibo possibile e popolato dalla miglior gente possibile”.

CSPE

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium