/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 22 maggio 2019, 15:00

La proposta del M5S: "La Regione Liguria bandisca la plastica monouso dal Demanio Marittimo"

Sei cetacei morti sulle coste italiane dall'inizio del 2019 per colpa della plastica ingerita

La proposta del M5S: "La Regione Liguria bandisca la plastica monouso dal Demanio Marittimo"

"È di domenica la notizia di un altro capodoglio spiaggiato, morto per colpa della plastica ritrovata a chili nel suo stomaco. Sono già 6 nel 2019 lungo le coste italiane, uno ogni tre settimane, sempre e solo a causa della plastica nei mari.

Come MoVimento 5 Stelle, chiediamo che Regione Liguria non resti inerme e faccia la sua parte: depositata infatti una nuova interrogazione urgente a tutela del nostro prezioso Santuario dei Cetacei", dichiara il consigliere regionale Marco De Ferrari.

"Chiederemo alla Giunta Toti di attivarsi al più presto per adottare (in considerazione dell’improrogabile necessità di tutelare l’ambiente come dovere verso le generazioni future) appositi provvedimenti volti a stabilire il divieto di utilizzo di plastiche monouso sulle aree demaniali marittime, come già Regioni e Comuni costieri hanno adottato su preziosa indicazione del nostro Ministro dell'Ambiente M5S Sergio Costa".

Intanto ieri è arrivata la notizia a lungo attesa: il Consiglio dell'Unione Europea ha adottato in via definitiva la direttiva che bandisce l'utilizzo e il commercio della plastica monouso, una vittoria per tutti i cittadini e per l'ambiente.

"L'Italia, grazie all'azione costante e decisa del Ministro dell'Ambiente, è già pronta a recepirla con un testo di legge e potremo così, tra i primi in Europa, dire definitivamente addio alla plastica monouso. Questo nuovo testo s'inserisce in una battaglia a 360° contro la plastica 'usa e getta' assieme al 'Plastic Free Challenge', che sta liberando definitivamente dalla plastica monouso le istituzioni e molte realtà pubbliche e private, e alla recentissima legge 'Salva Mare' che delinea un percorso importantissimo per la tutela del mare e degli animali che lo vivono", aggiunge il consigliere.

"Non possiamo più permetterci di rimanere inermi. Oltre all'Europa e al Governo, anche le Regioni e i Comuni devono fare la propria parte e dare il via a esempi virtuosi. Lo dobbiamo a noi stessi, alle generazioni future e agli animali che, alla pari di noi, hanno il pieno diritto di vivere in un ambiente sano e tutelato", conclude De Ferrari.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium