/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 26 maggio 2019, 13:34

Grande successo a Savona per il XXVI Concorso di poesia dialettale "Beppin da Cà": ecco tutti i premiati

L’evento organizzato dall’Associazione "A Campanassa" si è svolto ieri, Sabato 25 Maggio, presso il Palazzo dell’Anziania in piazza del Brandale

Grande successo a Savona per il XXVI Concorso di poesia dialettale "Beppin da Cà": ecco tutti i premiati

Grande successo di pubblico per il XXVI Concorso “Beppin da Cà” che si è svolto ieri, Sabato 25 Maggio 2019 presso il Palazzo dell’Anziania in piazza del Brandale a Savona. L’appuntamento con la poesia dialettale organizzato dall’Associazione A Campanassa, ha visto partecipare tantissimi bambini delle elementari della Provincia per la sezione “Scuole” e adulti per la sezione “Poesia in Vernacolo”. Durante l’evento, presentato e condotto dalla vicepresidente de A Campanassa, Simonetta Bottinelli con la segretaria dell’Associazione Nadia Belfiore, sono stati consegnati i premi:

-  1° Premio: Vincenzo Bolia di Albenga, con la poesia "Cumme feuie" - consegna il Premio il Presidente del Campanin Russu, Giovanni Ghione

Motivazione: Lirica di grande forza semantica. La similitudine ci identifica con le foglie d’autunno, una scelta oculata e sensibile del lessico mostra lo scorrere inesorabile della vita in una successione di forme verbali incalzanti e laceranti.

- 2° Premio: Maddalena Rossi, con la poesia "Bunn-a nötte" - consegna il 
Premio Iginio Rossello, membro de "Gli Amici del Dialetto"

Motivazione: Lirica delicata e scanzonata che coglie l’attimo. Un biondo nipotino porta la Buonanotte alla nonna strimpellando la sua chitarra. La nonna entra in sintonia con lui e, sulla scia della musica, vorrebbe cantare per contribuire a trattenere l’incanto del momento magico.

- 3° Premio: Angela Giusto, con la poesia "Primmaveja"

Motivazione: Il ritorno della primavera è un’armonia di profumi e di suoni che si avviluppano in un carosello vitale, la natura che si risveglia strizza l’occhio al cuore che si predispone a ricevere e a donare nuove emozioni.

Inoltre, quest’anno sono state coinvolte numerose classi delle scuole elementari della Provincia con l’obiettivo di tramettere ai bambini l’importanza della tradizione e del ricordo della lingua dei “nonni”. Agli alunni non è stato richiesto di scrivere una poesia o filastrocca interamente in dialetto, ma di inserire nel testo alcuni dei vocaboli in vernacolo sabazio evidenziati nel bando. Per le scuole il tema proposto ha riguardato i colori.

Nella sezione “Scuole”, hanno ricevuto la “Menzione d’Onore”:         

Classe 4°A – Scuola “Don Peluffo “Quiliano - Pseudonimo: E stagiuìn

Classe 2°A – Scuola “Don Peluffo “Quiliano – Pseudonimo: I Draghetti

Classe 5°B – Scuola “A. Peressi  “Valleggia – Pseudonimo: I figiò ribelli

Classe 3°A _ Scuola “Don Peluffo” Quiliano – Pseudonimo: Quadrifoglio

Classe 2°A _ Scuola “A. Peressi” Valleggia – Pseudonimo: I burdellusi

- Primo Premio

Coloriamo la nostra terra Pseud.- Amici - 3°  “G. Bertola”  Valle di Vado Ligure

Motivazione: “Con un pennello della Pace i ragazzi hanno dipinto la propria terra. Tutti i colori sono belli  il giallo del sole, il bianco delle cime innevate, il rosso dei tetti , il verde degli ulivi, ma quello che ha commosso la giuria è stato il - grixu d’e turi : u grixu d’a Campanassa!

- Secondo Premio

U culure … fa la forza -Pseud.- A cingiann-a de culuri - classe 5°A  “A Peressi “ Valleggia

Motivazione: “I supereroi riempiono il mondo dei bambini da sempre, i colori dei loro costumi li affascinano ma anche i ragazzi della Primaria, a quanto pare, non possono fare a meno di identificare i loro eroi con i sentimenti che provano”.

- Terzo Premio

I colori della Liguria Pseud. – Amici 2008 - classe 5°  Bergeggi

Motivazione: “La poesia mostra la Liguria con i suoi colori più veri, quelli che particolarmente la caratterizzano e la rendono unica e amata dai suoi abitanti”.

Ospite d'onore del XXVI Concorso “Beppin da Cà” è stato Giovanni Ghione, Presidente de "IL CAMPANIN RUSSU" di Varazze, Associazione culturale per la salvaguardia del dialetto. La cerimonia è stata allietata dall’accompagnamento musicale del Maestro Ivano Nicolini.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium