/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 28 maggio 2019, 15:08

"Filiera delle rinfuse", Pasa (Cgil Savona): "No al blocco dei finanziamenti pubblici per Funivie e Italiana Coke"

Il segretario Cgil savonese: "Chiediamo un tavolo per capire le ragioni di questo blocco, oltre 20 milioni di euro per Funivie e oltre 16 per Italiana Coke"

"Filiera delle rinfuse", Pasa (Cgil Savona): "No al blocco dei finanziamenti pubblici per Funivie e Italiana Coke"

Vertenza "filiera delle rinfuse" della provincia di Savona - Italiana coke, Funivie e Alti Fondali. Commenta Andrea Pasa, segretario Cgil Savona: "Si è tenuto oggi presso la regione Liguria l'incontro - richiesto da Cgil Cisl Uil di Savona - sulla preoccupante situazione in cui versa l'intera filiera che conta oltre 500 occupati tra diretti ed indiretti in tutta la provincia.

Erano presenti gli assessori Benveduti, Berrino, il sindaco di Cairo Montenotte, l'assessore del comune di Savona, il presidente della Provincia di Savona, l'autorità portuale e l'amministratore delegato Cervetti delle tre società interessate.

Abbiamo chiesto alla Regione Liguria un impegno preciso: Intervenire nei confronti dei ministeri attivando un tavolo di discussione con il territorio con MISE e MIT con l'obbiettivo di capire le cause del blocco dei finanziamenti pubblici - oltre 20 milioni di euro per funivie e oltre 16 milioni di euro per Italiana Coke-. E soprattutto cercare di capire i tempi e i progetti per riprendere il finanziamento. Inoltre abbiamo chiesto di intervenire con il governo per poter riconoscere "strategica" tutta la filiera delle rinfuse - visto che la cojeria è una delle poche esistenti in Europa, l'infrastruttura delle Funivie è l'unica in Europa ed evita il transito di oltre 250 camion al giorno x il trasporto del carbone dal porto alla cokeria, quindi con un alto tasso di ambientalizzazione del processo.

L'assessore Benveduti è tutte le istituzioni locali presenti ha garantito di effettuare una verifica attenta e sollecita attraverso ai Ministeri interessati, per capire l'iter e soprattutto le scelte politiche nazionali su questo comparto e settore strategico per il nostro territorio e Paese oltre che occupazionale".

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium