/ Attualità

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 30 maggio 2019, 11:36

Due classi delle elementari e una delle medie di Celle cantano "Più forte di prima" per raccogliere fondi per la Pediatria del San Paolo

Una canzone con lo scopo di raccogliere fondi tramite le visualizzazioni del video che verranno devoluti all'associazione Cresc.I per il reparto pediatrico dell'Ospedale San Paolo di Savona.

Due classi delle elementari e una delle medie di Celle cantano "Più forte di prima" per raccogliere fondi per la Pediatria del San Paolo

Una canzone con lo scopo di raccogliere fondi tramite le visualizzazioni del video che verranno devoluti all'associazione Cresc.I per il reparto pediatrico dell'Ospedale San Paolo di Savona.

Questo l'obiettivo degli alunni delle scuole elementari e medie di Celle Ligure che hanno composto il brano presente da ieri su Youtube dal titolo "Più forte di prima". 

Il brano composto, prodotto e arrangiato da Alex Cadili, che ha rielaborato anche il testo, con il mixaggio e mastering di BM's di Marco Biggi e le riprese e il montaggio video di Giosuè Cavallaro con la cura della regia di Alessandro Braga, è stato interamente tratto dalle parole delle classi VA e VB della scuola elementare Baodo insieme alla classe IA delle medie Risso di Celle Ligure, all'interno del progetto "Doniamo Cantando, un'idea realizzata dall'insegnante Valentina Capriogli con l'ausilio delle colleghe Giuseppina Cusumano e Silvia Ricci per la scuola primaria e Francesca Colaretti per le medie con il contributo del maestro Alessandro D'Aprile.

 "Le scuole partecipano a un bando nazionale con finanziamenti europei, il progetto prevede che in alcune scuole grazie all'aiuto dell'insegnante di musica, vengono inventati brani inediti completati con un video, che poi verrà trasmesso nei circuiti nazionali. In questi mesi hanno svolto diverse visite nei reparti pediatrici dove si sono esibiti con diversi brani" spiega Carlo Mantero, presidente dell'associazione Cresc.I che ha specificato che i giovani studenti hanno presentato la canzone durante il concerto "Viaggio Tricolore" al Teatro Chiabrera di Savona dove si sono esibiti lo scorso sabato 25 maggio la "Babilonia Ethnic Band" e "Progetto Festival".

Gli studenti attori coinvolti:

Luca Arecco; Simone Bacchis; Daniele Berbaldi; Filippo Bovio; Valentina Bracco; Adelaide Brocca; Beatrice Letizia Carè; Emanuele Dalmazzone; Lara Dieci; Marco Falco; Theo Ferrando; Marco Folghera; Y Nhi Leveratto; Andrea Marrocu; Danilo Piazza; Sara Piazza; Gabriele Russo; Marzia Scamporrino; Marzia Silvia Vergani; Matilde Borreani; Arianna Bosco; Herman Bruzzone; Maria Isabella Canedoli; Vittoria Iola Ciccotti; Giorgia De Cena; Davide Di Bua; Arianna Ferro; Aurelio Invernizzi; Wassim Laouini; Cladio Marrafa; Andrea Masciocchi; Gabriele Minati; Caterina Odoni; Francesco Patrone; Lorenzo Russo; Lorenzo Secci; Sofia Aurora Testa; Giorgia Timoni; Elia Elettore Toschi; Giulio Marioli; Alessia Maggiorotto; Valeria Olivieri; Luca Grasso; Valeria Grasso; Anna Damele; Mattia Gagliero.

Il testo della canzone: 

Caro diario, io posso solo scrivere ricordando le giornate a scuola che vorrei rivivere. Adesso qui sono soltanto le tre e vorrei andare via, andare via con te

vorrei tornare a giocare a pallone senza quel problema e quel brutto dolore. Ma dai lo senti l'amore da questi dottori pazienti malati solo se rimasti soli

l'amicizia può guarire qualsiasi cosa sai basta solo il tuo sorriso e lo farai tra i corridoi di questo enorme castello io corro corro corro corro corro, corro!

Ti ricordi quando correvamo via io su due gambe tu su due ruote come una ferrovia con i campi e il tramonto dietro di noi ricordi da tenere come una foto di una polaroid penso che sarò più forte di prima sorridi più spesso al mattino quando incontri la vita, sorridi più spesso al mattino quando incontri la vita

ritornerò dietro al mio banco per imparare ancora ci salutiamo con un 5 amico con me in quest'avventura guarda il cielo che bello visto da quassù restiamo ancora un po qui insieme, poi vieni pure tu

giocherò la partita di questa vita mia mentre scorre il ricordo del pensiero tra le dita tra i corridoi di questo enorme castello segnerò quel goal, segnerò quel goal

Ti ricordi quando correvamo via io su due gambe tu su due ruote come una ferrovia con i campi e il tramonto dietro di noi ricordi da tenere come una foto di una polaroid penso che sarò più forte di prima sorridi più spesso al mattino quando incontri la vita, sorridi più spesso al mattino quando incontri la vita

Non sono un matematico e non conosco mitocondri e ribosomi, ma la tua cellula pare non funzioni fra toc toc ho bussato alla porta, hai visto chi c'è? un altro amico che rimane qui per te.

Amici, ruote della stessa bici, se una gira l'altra ferma non sta, se una gira l'altra ferma non sta, posso dirlo con la musica oppure con il rap, se una gira l'altra ferma non sta rimango qui a tenerti compagnia, nulla ci divide neppure la malattia e se tutto l'ospedale canterà con noi pure gli infermieri sembreranno dei supereroi.

Non conosco mitocondri e ribosomi ma la tua cellula pare non funzioni fra, poteva capitare uno su due milioni, starò con te noi siamo amici, ruote della stessa bici, ruote della stessa bici

Se una gira l'altra ferma non sta, se una gira l'altra ferma non sta, ruote della stessa bici, se una gira l'altra ferma non sta, se una gira l'altra ferma non sta tra i corridoi di questo enorme castello segnerò quel gol, segnerò quel gol!

 Ti ricordi quando correvamo via io su due gambe tu su due ruote come una ferrovia con i campi e il tramonto dietro di noi ricordi da tenere come una foto di una polaroid penso che sarò più forte di prima sorridi più spesso al mattino quando incontri la vita, sorridi più spesso al mattino quando incontri la vita.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium