/ Alassino

Alassino | 11 giugno 2019, 13:36

Alassio si stringe intorno alla famiglia Galtieri per la perdita di Michele (FOTO)

La chiesa di S. Ambrogio era gremita di gente, gente comune, amministratori ed ex amministratori, associazioni benefiche e di volontariato.

Foto Silvio Fasano

Foto Silvio Fasano

Gli alassini hanno mostrato un grande affetto nei confronti di Michele Galtieri, 87 anni, papà di Luca (ora inviato di Striscia la notizia)e  Angelo (ora gestore insieme all'altro fratello Giovanni e alla mamma Francesca  dell'Hotel Aida di Alassio). Angelo, attualmente è anche vicesindaco di Alassio. Giovanni e mamma Francesca si dedicano completamente all'albergo. Domenica sera alle 19 si è celebrata la Messa di Settimo in suffragio di Michele, mancato il 2 giugno nel suo paese natìo di Staiti in provincia di Reggio Calabria.

Michele Galtieri era emigrato in Liguria, inizialmente a Sanremo, dove per breve periodo svolse l'attività di calzolaio. Si spostò ad Alassio, dove lavorò prima come cameriere fino ad aprire un ristorante sulla passeggiata a ponente della città, di fianco all'Hotel Spiaggia. Il suo savoir faire, insieme all'aiuto della moglie Francesca  contribuirono al successo dell'attività, smessa negli anni 80 per passare a gestire l'Hotel Aida, tuttora diretta dai Galtieri. Michele era gemello di Giuseppe che lo raggiunse ad Alassio, aprendo anche lui un ristorante sulla passeggiata vicino al molo (IL CAMPANACCIO, nome che fu poi cambiato in "Da Joseph").

Michele, raggiunta la veneranda età era tornato al paese, a Staiti, insieme al fratello gemello, che ha lasciato il 2 giugno scorso.

La chiesa di S. Ambrogio era gremita di gente, gente comune, amministratori ed ex amministratori, associazioni benefiche e di volontariato. La famiglia Galtieri è conosciuta come persone dedite al lavoro e Michele, come il fratello Giuseppe e le rispettive mogli, appartengono a quella generazione che hanno affrontato la vita con il lavoro e i sacrifici offrendo un futuro più sereno ai propri figli.

E inoltre Michele aveva un carattere meraviglioso: sempre gentile, disponibile e soprattutto buono, mantenendo la sua accattivante semplicità.

Silvio Fasano

Ti potrebbero interessare anche:

Leggi le notizie di Imperia e Golfo Dianese

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium