/ Savona

Savona | 11 giugno 2019, 10:30

Campionati Italiani Junior, promesse Arcobeleno Savona

Arianna Pisano 6° nella 10 km di marcia, Elisa Sacco e Lorenzo Zanona finalisti nell’alto, luci ed ombre per Luca Biancardi

Campionati Italiani Junior, promesse Arcobeleno Savona

Bilancio di squadra per Atletica Arcobaleno Savona al rientro dai Campionati Italiani juniores e Promesse svoltisi a Rieti: 3 atleti in finale, altri 2 che purtroppo non sono riusciti ad ottenere tale risultato.

In questa occasione il miglior piazzamento è della coriacea marciatrice Arianna Pisano. L’allieva di Marco Muratore, schierata nella 10 km. di marcia categoria Promesse, parte ad un ritmo “di sicurezza”, per incrementare via via il passo da metà gara in avanti. Questa condotta di gara si rivela azzeccata e la porta a superare nei km conclusivi diverse avversarie, sino a cogliere un ottimo 6° posto all’arrivo nel tempo di 54.29.58, nettamente suo miglior crono delle ultime due stagioni.

Eguaglia il primato personale nell’alto la neo junior Elisa Sacco. Condotta di gara perfetta in qualificazione ed 1.60 superato con ampio margine. La misura risulta sufficiente per conquistare l’accesso in finale. La finale è poi un po’ più complicata: entrata a 1.55 superata con grande facilità, poi un po’ di sfortuna a 1.60, specie sull’ultimo dei 3 tentativi a disposizione, ed un piazzamento in 11° posizione. Esperienza comunque sicuramente positiva per la giovane sanremese.

E da Sanremo giunge anche Lorenzo Zanona seguito da coach Sergio Cagnati. Lorenzo salta 1.95 in qualifica (sbagliando di un niente 1.98). La misura è comunque sufficiente per la qualificazione alla finale nell’alto juniores. In finale misura di ingresso proibitiva (1.95…) e purtroppo tre tentativi non riusciti. Per un risultato che lo piazza al 12° posto.

Lo sprinter Luca Biancardi è fortemente condizionato dalla vulnerabilità ai pollini. L’allergia lo mette ko e gli impedisce di esprimersi ai meglio sui 100, gara in cui la finale era sicuramente raggiungibile. 10.98 in batteria, 11.03 in semifinale. Il risultato è un 12° posto che non premia le qualità dello junior savonese.

Che però dimostra ampiamente sia le sue qualità che il suo carattere nella “rivincita” sui 200 del giorno successivo. Una corsia non favorevole (la prima) non gli impedisce di correre una grande curva e di lottare sino all’ultimo sul rettilineo.  3° in batteria con 22.04… primo degli esclusi dalla finale per soli 2 centesimi. 9° posto complessivo.

Per Luca bilancio del week end certo non positivo rispetto alle aspettative, ma di grande stimolo per le prossime gare.

In gara nel giavellotto promesse Elena Chiesa. Elena fatica a trovare i riferimenti nella parte finale della rincorsa e non riesce ad esprimersi al meglio. Il miglior lancio atterra a 33.21 che significa una posizione di classifica al 22° posto, purtroppo lontana da quanto auspicato.

Giunge da Campi Bisenzio una notizia bomba: nel corso dei Campionati Italiani UISP il saltatore in alto Michele Marchiori (nell’occasione in gara con la canotta della società di origine l’Athle Team Genova) si impone saltando l’ottima misura di 2 metri, primo altista nella storia dell’Arcobaleno ad infrangere il fatidico “muro”.

 

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium