/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 12 giugno 2019, 14:30

Articolo uno-Savona: "Massima solidarietà ai metalmeccanici che per il 14 giugno hanno dichiarato lo sciopero generale"

"Il governo e le imprese non possono scaricare sui lavoratori la nuova crisi che stiamo vivendo".

Articolo uno-Savona: "Massima solidarietà ai metalmeccanici che per il 14 giugno hanno dichiarato lo sciopero generale"

Nota ufficiale del Movimento Democratico Progressista (MDP) "Articolo Uno" Savona, firmata dagli esponenti Simone Anselmo e Bruno Larice:

"Articolo uno-Savona esprime la massima solidarietà umana e politica ai metalmeccanici che per venerdì 14 Giugno hanno dichiarato lo sciopero generale.

La decisione di scioperare e di scendere in piazza il 14 giugno a Milano, Firenze e Napoli è determinata dalla sempre maggiore incertezza sul futuro vista la contrazione della produzione industriale, la perdita di valore del lavoro, l'aumento degli infortuni e dei morti sul lavoro.

Il governo e le imprese non possono scaricare sui lavoratori la nuova crisi che stiamo vivendo: per affrontare la situazione sono necessari investimenti pubblici e privati per l'innovazione, le competenze, l'ecosostenibilità, l'occupazione, la prevenzione e la salvaguardia di salute e sicurezza.

La crisi del settore è drammatica anche nella nostra provincia, basta citare il caso della Piaggio e della Bombardier, per questo una delegazione del nostro partito sarà presente a Milano in una delle tre manifestazioni nazionali, non possiamo lasciare soli i lavoratori in questa dura battaglia.

Per articolo uno Savona e chiaro che non si esce dal populismo senza riconquistare la fiducia del popolo. E per la sinistra, anche per rendere meno ambiguo questo concetto di popolo, il punto di partenza non può che essere il lavoro. In fondo la forza dei grandi partiti fu proprio quella di garantire una connessione tra élite e masse popolari o per usare un’espressione gramsciana tra “intellettuali e semplici”.

Se lo scenario rimane quello di uno scontro tra il popolo e la “casta dei privilegiati” non c’è spazio per la sinistra e più ci si allea con i moderati più si diventa bersaglio del populismo e del qualunquismo.

La scelta del nome del nostro partito, Articolo uno, è per evidenziare fin da subito quale è argomento che mettiamo al centro della nostra attività politica, il lavoro".

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium