/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 13 giugno 2019, 07:45

Albenga, il sindaco Tomatis: "Posso dire che non ci saranno assessori esterni, per Giunta e deleghe stiamo valutando"

Ieri intervistato su Radio Onda Ligure 101 il neosindaco afferma: “Calleri? Lo stimo. Mi auguro che in consiglio comunale possa esserci un dialogo corretto con i consiglieri di minoranza”.

Albenga, il sindaco Tomatis: "Posso dire che non ci saranno assessori esterni, per Giunta e deleghe stiamo valutando"

Mentre il centrodestra ingauno si frantuma e divide con j'accuse che arrivano praticamente da ogni lato, la squadra di Riccardo Tomatis pare essere unita e compatta e sta studiando incarichi e ruoli per assessori e consiglieri.

Afferma il sindaco Riccardo Tomatis: “Siamo una vera e propria squadra, questa è ed è stata anche in campagna elettorale la nostra forza”.

Intervistato da Maurilio Giordana ai microfoni di Radio Onda Ligure spiega Tomatis: “Non abbiamo ancora deciso la Giunta o le deleghe, ma guarderemo a capacità, competenze ed anche ai voti presi. Posso anticipare solo che non ci saranno assessori esterni”.

I rumors all’ombra delle Torri, però, continuano ad impazzare. Passino, Pelosi, Vannucci, Vespo, Vio tra i nomi che si sentono girare di più. Intanto, però, tra le valutazioni non manca il tempo di continuare a fare squadra, fermarsi per strada a stringere mani e parlare con le persone.

Così, il sindaco Tomatis risponde alla domanda di Maurilio Giordana “A chi dedica la vittoria?”, senza dubbi: “A tutti gli albenganesi innanzitutto, alla squadra e a mio figlio che mi è stato vicino durante tutta la campagna elettorale”.

Inevitabile, poi, la domanda sugli avversari politici ed in particolare su Calleri. “C’è stata la stretta di mano finale? Come saranno i rapporti?”.

Risponde Tomatis: “Ho ricevuto la sua telefonata la notte stessa dell’esito del ballottaggio. Per quel che riguarda i rapporti con Calleri posso dire che lo conosco da tempo e che abbiamo un buon rapporto. Mi auguro che, sia con lui che con altri, si possa avere un buon dialogo basato innanzitutto sulla correttezza”.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium