/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 13 giugno 2019, 11:14

Celle, primo consiglio comunale per il sindaco Caterina Mordeglia

Dopo il giuramento della prima cittadina e le comunicazioni in merito alla nomina degli assessori e del vice sindaco, il sindaco ha letto il suo primo discorso di inizio mandato.

Celle, primo consiglio comunale per il sindaco Caterina Mordeglia

Il nuovo sindaco di Celle Ligure Caterina Mordeglia, la giunta e la maggioranza comunale si sono presentati ieri in occasione del primo consiglio comunale. Dopo il giuramento della prima cittadina e le comunicazioni in merito alla nomina degli assessori e del vice sindaco, il sindaco ha letto il suo primo discorso di inizio mandato.

“I consiglieri di maggioranza ed io abbiamo accolto con emozione il risultato del voto con cui i cellaschi/cellesi hanno deciso di aprire una nuova stagione politica amministrativa accogliendo la proposta di Ara Nuova - spiega la neo sindaco - È un cambiamento che abbiamo avvertito ed avvertiamo coincidente con sentimenti di impegno e con una rinnovata volontà di partecipazione di tanti alla vita pubblica, volontà di ritrovarsi intorno ad un obiettivo comune mettendosi in gioco in prima persona e trasformando il voto in un’occasione di rinascita del nostro paese. Il compito dell’amministrazione è quello di accogliere e indirizzare al meglio questo risveglio civico e di trasformare la volontà di contribuire a questo cambiamento in uno strumento di crescita nostra e collettiva”.

“Il risultato ottenuto nella consultazione elettorale ci è di sprone ad una assunzione di responsabilità, se possibile ancora maggiore, con l’obiettivo di determinare le migliori condizioni per la comunità avvalendosi della concretezza dell’esperienza e del coraggio dell’innovazione nella realizzazione del programma - spiega - A tal proposito anticipo che presenteremo, in pieno rispetto della normativa, le linee programmatiche di mandato nel prossimo consiglio comunale”.

“Assicuro tutti che assolverò a questo mandato nel pieno e rigoroso rispetto della Costituzione e della legge italiana, confidando nel rispetto e nell’onestà intellettuale e professionale di tutti, anche di quei pochi dipendenti comunali che forse li hanno solo momentaneamente smarriti in campagna elettorale auspicando che li abbiano già ritrovati o che acquisiscano il senso del dovere - continua Mordeglia, non facendo mancare un pizzico di polemica - rispetterò i diritti dei gruppi consiliari e quelli dei singoli consiglieri. Nel lavoro quotidiano garantirò tanto il diritto-dovere di amministrare, quanto quello di opporsi purchè in maniera costruttiva e civile”.

“Abbiamo deciso che nel tempo che le deleghe potrebbero mutare in base alle esigenze che si possono presentare. Non ho avuto alcuna difficoltà nell’assegnazione in quanto tutti i consiglieri hanno dimostrato totale apertura e disponibilità per qualsiasi incarico” conclude Caterina Mordeglia.

La giunta e i consiglieri delegati: Il vice sindaco è Giovanni Siri che sarà anche assessore con deleghe ai lavori pubblici e ambiente, sistema di gestione ambientale e demanio; l'assessore Maria Paola Testa ha le deleghe alla digitalizzazione, al personale e ai servizi demografici; l'assessore Giorgio Siri gestirà le deleghe alla cultura, ai servizi sociali e alla pubblica istruzione; Roberto Piombo deleghe allo sport, turismo e commercio.

I consiglieri delegati sono: Rossana Mordeglia (capogruppo della maggioranza) con deleghe al decoro edifici e proprietà pubbliche; Stefania Sebberu pubbliche relazioni e comunicazione; Carlo Barindelli politiche giovanili; Giancarlo Tacchino società partecipate, progetti speciali, mobilità urbana ed extraurbana.

La minoranza comunale è composta da Remo Zunino, Jacopo Abate, Stefano Barlo e Alberto Vigna.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium