/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 16 giugno 2019, 11:00

Dal crollo del Ponte Morandi alla mareggiata di ottobre: i Funkaruggi rendono omaggio a Genova con "Regina del Mare"

La band genovese, ospite del programma Retweet di Campuswave Radio, è composta da 4 ragazzi di 19 e 20 anni: Alessandro Mazza, Giovanni Pittaluga, Emanuele Salvati e Davide Scatassi

Dal crollo del Ponte Morandi alla mareggiata di ottobre: i Funkaruggi rendono omaggio a Genova con "Regina del Mare"

La mareggiata dello scorso ottobre e il crollo del Ponte Morandi del 14 agosto. I Funkaruggi, band genovese composta da 4 giovani classe 1999/2000, hanno composto "Regina del Mare", un'ode a Genova che si rialza grazie alla forza della sua gente.

Il cantante Alessandro Mazza e il chitarrista Giovanni Pittaluga, ospiti di Campuswave Radio, la web radio dell'Università di Genova con sede al Campus di Savona, nel programma Retweet condotto da Luciano Parodi, si sono raccontati illustrando la storia della band tramite alcune curiosità e presentando il loro brano, disponibile su tutte le piattaforme, in particolar modo su Spotify e YouTube.

La band è nata dall'idea di Alessandro Mazza e del batterista Emanuele Salvati grazie a una precedente esperienza in un'altra band. Successivamente si sono uniti Giovanni Pittaluga e il bassista Davide Scatassi dando così vita al quartetto dal nome particolare: "Naturalmente i caruggi non hanno bisogno di presentazione, sono tra i simboli di Genova - spiegano - il primo nome era Funca..isti (proposto da Giovanni) ma non ci piaceva avere un'allusione ad una parolaccia nel nome. Poi CaruggiMotown, la casa discografica americana che ha proposto buona musica, ma non ci rappresentava, allora abbiamo messo il funk davanti a tutto ed eccoci qua".

Il funky-soul è loro unico credo: un genere musicale inusuale per dei ragazzi di 19-20 anni, ma che diventa il loro punto di forza: "La musica è diventata una forte passione. Spesso si tende a prestare attenzione al testo, a come viene cantato e a che cosa si dice: non dico che non sia importante, però la voglia di condividere e di suonare questo genere, ti spinge ad amare uno stile coinvolgente come questo".

Dalla musica alla biotecnologia e all'aeronautica. Particolari le storie di Giovanni e Alessandro: da un lato la passione per la musica e dall'altra un futuro lavorativo per il quale non si smette di studiare. "Se potessi scegliere tra musica e lavoro probabilmente salirei sulla barca e farei il musicista - spiega il chitarrista, a cui fa eco il cantante - studio per fare il pilota, il volo è la mia passione e spero che questo sogno si avveri presto. Tuttavia anche a me piacerebbe vivere di musica, non lo nascondo, ma le mie passioni potrebbero entrare in conflitto".

Al centro di "Regina del Mare" c'è Genova a 360°: la lanterna, i genovesi, il Ponte Morandi. "Era inevitabile e doveroso un riferimento al Ponte e a quello che è successo. Questa tragedia è una delle motivazioni che mi ha spinto a scrivere questa canzone - spiega Alessandro, autore del testo - da genovesi avevamo passato un periodo brutto e la goccia che ha fatto traboccare il vaso della creatività è stata la mareggiata di fine ottobre. Quella notte avevo assistito al mare di Boccadasse in burrasca e la sera stessa, tornando a casa, avevo già scritto quello che poi sarebbe praticamente diventato il testo definitivo".

"Da Pegli fino al Centro", così recita l'ultima strofa della canzone, ma i ragazzi hanno voluto specificare alcuni aspetti: "La canzone è dedicata a tutta la città, non volevamo escludere i voltresi e i cittadini di Nervi - scherzano - questa parte è legata solo ad un'assonanza musicale".

I Funkaruggi hanno registrato al Mulinetti Studio, studio di registrazione che ha collaborato a moltissime produzioni di artisti come Eric Clapton, Sting, Ivano Fossati, Francesco De Gregori e Fabrizio De André: "È stato un onore poter lavorare lì. Il produttore, Alberto Parodi, ci ha aiutati molto, lo ringraziamo. Abbiamo avuto la fortuna che il pezzo gli piacesse".

Futuro ricco di progetti: un nuovo inedito, il videoclip di Regina del Mare e tanto spazio alla musica dal vivo. "Prendeteci a suonare, costiamo poco - scherzano i due componenti della band lanciando un appello - siamo aperti a tutte le opportunità. I talent locali? Perché no".

I Funkaruggi potete trovarli su Facebook e Instagram come @Funkaruggi.

Potete ascoltare qui "Regina del Mare" su Spotify e Youtube: 

 

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium