/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 18 giugno 2019, 16:15

Albissola Marina: inaugurazione della mostra “Energia - Materia”

L'evento sarà sabato 22 giugno nei locali di Pozzo Garitta .

Albissola Marina: inaugurazione della  mostra “Energia - Materia”

Si inaugura sabato 22 giugno nei locali di Pozzo Garitta 11 ad Albissola Marina, la mostra “Energia - Materia”, un percorso di suggestioni alchemiche affrontato con due tecniche molto diverse tra loro: la scultura in legno di Roberto Scarpone e le tele informali materiche di Anna Venturini. Attraverso il percorso di trasformazione della materia in energia, il processo creativo diviene il simbolo di un processo più profondo di trasformazione, di un cammino verso se stessi.

L’essere umano tende sempre verso qualcos’altro e, come la materia nell’Opera Alchemica, si dirige faticosamente verso l’Essenza. Attraverso la conoscenza ogni individuo segue un percorso di progressiva liberazione e trasformazione dei fardelli terreni e materiali verso una sempre maggiore consapevolezza di se e di ciò che lo circonda. Possiamo chiamarla perfezione, illuminazione interiore, percezione divina o conoscenza scientifica. Come un alchimista, ciascuno di noi libera l’Energia dalla Materia, conduce la propria esistenza alla ricerca del senso profondo delle cose, trasforma se stesso e ciò che lo circonda cercando di cogliere l’essenza, attraverso un’esperienza di crescita e di progressiva sublimazione.

Il processo di progressiva trasformazione della materia in spirito, della ricerca di se stessi e del proprio equilibrio attraverso i processi simbolici dell’opus alchemico aprono le porte agli elementi, ai colori, alle stagioni, agli stati d’animo, alla luce e all’oscurità di cui siamo parte. La materia primordiale, la Terra e quindi tutto ciò che di corporeo le viene associato, si trasforma, attraverso processi di decomposizione, calcinazione, sublimazione e combustione in una progressiva sintesi superiore che conduce attraverso i quattro elementi pervasi e percorsi dal flusso energetico, in puro spirito. In questo senso si parla di catturare la quint’essenza, di raggiungere lo stato più puro, quello dell’oro, cioè, simbolicamente, quello spirituale.

Anna Venturini

Ligure di origine e palermitana di adozione, dopo una laurea in storia del teatro all’Università di Genova, vive all’estero per quasi vent’anni, prima a Capo Verde, dove apre un ristorante, poi in Costa Rica, dove disegna e realizza giardini. A partire dai primi anni Novanta si dedica alla pittura astratta materica, esprimendosi in quadri informali in acrilico e lavorando sulla ricerca dei materiali che contribuiscono alla formazione dell’opera. Restituire un ruolo primario alla materia di cui è costutuito un quadro significa affermare che il substrato riveste la stessa importanza del soggetto e dei pigmenti utilizzati per realizzarla, della tecnica e della stessa intenzione dell’autore. La materia diviene parte della percezione visiva quanto l’immagine e il colore.

Roberto Scarpone, scultore autodidatta, frequenta botteghe e maestri ceramisti ad Albissola, collabora alla realizzazione di scenografie teatrali, frequenta corsi di design ceramica e vetro e modellazione digitale per stampanti 3D. La  scultura del legno a impatto zero  è la sua principale attività, prediligendo l’aspetto artistico  volto alla tutela del bosco e dell’ambiente nel suo complesso. Le sue sculture in legno secolare, residui di alberi antichi, sono scoperte e recuperate, scelte per la forma che la Natura e il tempo, sia fisico che atmosferico, determinano sulla materia ormai morta e in stato di deterioramento. L’intervento, sempre rispettoso della forma primigenia, modifica le superfici, le incide, esalta le fibre e le venature, evidenzia  le “ferite del Tempo” e ne produce altre, leviga le superfici nobilitando il tutto con gommalacca o cera di api, prodotti che non incidono in alcun modo sull’ambiente. Impatto zero perché nel suo lavoro non utilizza materiali che siano stati manipolati industrialmente né nella maggior  parte dei casi maneggiati da nessun essere umano prima di lui.

La mostra si inaugura sabato 22 giugno alle 18.30 e sará aperta fino al 30 giugno tutte le sere dalle 18 alle 23 e la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 18 alle 23.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium