/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 20 giugno 2019, 17:57

Finale Ligure lotta contro il punteruolo rosso. Guzzi: "Esiti soddisfacenti sulle nostre palme"

L'assessore: "Il nostro Comune negli ultimi 5 anni ha investito nella lotta e nella rigenerazione del Verde piu' di chiunque altro in Riviera "

Finale Ligure lotta contro il punteruolo rosso. Guzzi: "Esiti soddisfacenti sulle nostre palme"

Il Vice Sindaco ed Assessore ai Lavori Pubblici Andrea Guzzi commenta fiducioso: "In queste occasioni la prudenza non è mai troppa e di certo in casi come questi occorre anche una certa dose di scaramanzia ma la notizia di questi giorni ci rende ottimisti e ci carica di entusiasmo. Negli scorsi mesi come promesso abbiamo investito ulteriori risorse sulla lotta preventiva al punteruolo rosso e i risultati sono molto positivi ".

"Ormai le palme trattate sono quasi la totalità delle Canariensis presenti sul territorio comunale (330 su circa 400/450 esemplari - complessivamente le palme a Finale sono quasi 2 mila di vario tipo e specie) e la maggior parte di queste sta rispondendo positivamente ai trattamenti. Stiamo seguendo con ditte specializzate sia trattamenti endoterapici sia irrorazioni in chioma con le piu' recenti procedure ammesse dagli organi competenti, e gli esiti sono molto soddisfacenti. Le palme che ad oggi stanno rigettando sembrano sane e questo ci fa ben sperare. Ciò non ci farà abbassare la guardia ma dopo anni di lotta vediamo un po' di speranza."continua Guzzi.

"Il nostro Comune negli ultimi 5 anni ha investito nella lotta e nella rigenerazione del Verde piu' di chiunque altro in Riviera (solo con risorse economiche comunali non avendo avuto riscontro alle richieste di finanziamento fatte in Regione), l'ufficio preposto e le maestranze addette al lavoro concreto ci sono invidiate da molte Amministrazioni per la competenza e l'esperienza maturata sul campo, e questo ci rende molto fieri. Continueremo a credere in questa campagna, con frequenti e costanti monitoraggi, abbattimenti mirati sulle piante vecchie e malate, ed azioni di rigenerazione per proseguire il percorso messo in atto con la diversificazione delle specie e tipologie piantate."conclude.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium