/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 23 giugno 2019, 07:48

Arriva anche a Carcare la carovana di promozione sociale di "Libero cinema in Libera Terra contro le mafie"

Il Festival è organizzato in collaborazione con le realtà dei territori: per quanto riguarda Carcare, oltre al Comune, è coinvolto nell'iniziativa anche il Liceo Calasanzio

Arriva anche a Carcare la carovana di promozione sociale di "Libero cinema in Libera Terra contro le mafie"

Passerà anche a Carcare la carovana di promozione sociale di "Libero cinema in Libera Terra contro le mafie", che percorrerà le strade della penisola per promuovere, attraverso la cultura, l’allargamento degli spazi democratici, la difesa dei diritti universali e i valori di accoglienza e di solidarietà.

Focus del Festival il tema dei migranti nella convinzione che le politiche di chiusura sono disumane e non servono a contrastare il traffico di esseri umani, in mano alle mafie, ma mettono a rischio i principi affermati dalla nostra Costituzione e dalle Convenzioni internazionali.

Il Festival è organizzato in collaborazione con le realtà dei territori: per quanto riguarda Carcare, oltre al Comune, è coinvolto nell'iniziativa anche il Liceo Calasanzio, dove a maggio c'è stato un momento di incontro con gli studenti che hanno partecipato a Schermi in Classe - l’Etica Libera la Bellezza, un progetto di Cinemovel e Libera, sostenuto da Miur e Mibac nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la scuola.

"Siamo veramente lieti di ospitare questo evento, che si terrà lunedì 8 luglio, dalle ore 20, nel foro boario e che rappresenta l'unica tappa ligure del percorso - commenta Enrica Bertone, assessore all'associazionismo - grazie al contatto fornito dall'insegnante del Calasanzio nonché consigliere comunale, Stefania Resio, abbiamo subito accolto la proposta di Cinemovel per organizzare una serata all'aperto di riflessione, cultura, informazione e, soprattutto, per sensibilizzare su temi sempre delicati e all'ordine di ogni giorno come la mafia, l'immigrazione e lo sfruttamento di esseri umani. Alle 21.15 verrà proiettato "Libero", di Marc Toesca, un reportage di denuncia sulla politica di respingimenti al confine tra Italia e Francia. Mi auguro che sia un appuntamento partecipato, soprattutto dai giovani, che rappresentano il nostro faro di speranza per un futuro migliore".

Graziano De Valle

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium