/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 25 giugno 2019, 20:22

"Dust Off Days": evento culturale itinerante. Albenga e Finale tra le prossime tappe

Un progetto voluto e ideato grazie alla collaborazione tra Edoardo Grosso e Rafael Lanzone Valiente, organizzatori di realtà artistiche del Ponente Ligure, e Matteo Scavetta, responsabile del gruppo FAI Giovani della delegazione Albenga-Alassio

"Dust Off Days": evento culturale itinerante. Albenga e Finale tra le prossime tappe

Nasce Dust Off Days — festival itinerante di musica, arte e cultura. La prima edizione presenta un programma di quattro date all’interno di siti storici del ponente ligure - gli appuntamenti si terrano il 28 Giugno ai Chiostri di San Bernardino da Siena ad Albenga, l’11 Luglio al museo MACI a Imperia, e si concludono con due date adiacenti, il 22 Luglio ai Chiostri di Santa Caterina a Finalborgo e il 23 Luglio alla Fortezza di Castelfranco a Finale Ligure, dalle 17.00 alle 02.00.

Un progetto voluto e ideato grazie alla collaborazione tra Edoardo Grosso e Rafael Lanzone Valiente, organizzatori di realtà artistiche del Ponente Ligure, e Matteo Scavetta, responsabile del gruppo FAI Giovani della delegazione Albenga-Alassio.

La visione prende forma dalla maturata consapevolezza delle potenzialità dell’ambiente e del territorio in un ottica di sviluppo inclusivo e sostenibile. Lo spirito motore della manifestazione è il profondo desiderio di dimostrare come le risorse artistiche, architettoniche e paesaggistiche di un territorio siano di inestimabile valore per la fruizione e l’apprezzamento di eventi di alto interesse culturale; palcoscenici “vivi” che non fungono solo da scenario di fondo, ma condizionano attivamente le proposte culturali che ospitano.

Dust off è un chiaro invito a “rispolverare” consapevolezze, appartenenze, bellezze del territorio attraverso un percorso di riqualifica e partecipazione inclusiva. Il progetto sceglie la Liguria per nascere e farsi conoscere. Una sfida territoriale in una regione contesa tra mare e montagna. Una terra suadente che da sempre attira per la sua selvaggia bellezza, ma anche una madre accogliente, che nel suo ventre frastagliato dal mare ci invita a fare qualcosa di concreto per rispondere con forza a tutti coloro che pensano e dicono “ma in Liguria non c’è mai niente da fare...”. Non questa estate!

Durante il festival verranno proposte numerose e svariate attività: da live musicali a dj set di artisti nazionali e internazionali - il chitarrista olandese Marnix Du Crook, la DJ colombiana ISAbella, la DJ australiana Lauren Hansom -, esposizioni e performance di artisti contemporanei – da Milano Marco Baj, da Bologna Luogo Comune –, talk, workshop e market di editoria, artigianato ed abbigliamento vintage.

“Rispolveriamo insieme il futuro culturale del territorio” — Tema

Il tema portante dei Dust Off Days è quello dell’inclusività. Spesso si crea confusione tra i concetti di inclusività e integrazione scambiandoli talvolta per sinonimi. Questa osservazione è la matrice della riflessione che anima la ricerca e l’obbiettivo della manifestazione. Volutamente la scelta è ricaduta sul concetto “inclusivo” in quanto quello “integrativo” presuppone un inserimento del soggetto all’interno di una collettività già esistente con una (a volte pretesa) azione di adattamento.

I Dust Off Days si propongono di offrire a quanti più soggetti possibili la partecipazione alle attività culturali proposte, senza alcuna pretesa di integrazione. I partecipanti vengono invitati a rispolverare non solo inesplorati siti storici della regione, ma anche riqualificarli con l’intervento della loro presenza. Non a caso il dialogo con la realtà cittadina locale (comuni, commercianti, abitanti) ha consentito un ulteriore arricchimento dell’evento, gettando le basi per un’auspicabile continuità di collaborazione. Musica, arti visive, workshop, ‘happenings’, confluiscono in questo festival poliedrico e multi sfaccettato, sotto l’insegna dell’inclusività.

Il messaggio forte della scelta musicale e artistica, lo staff giovanissimo e il nome stesso di questa manifestazione culturale è chiaro e arriva direttamente da una generazione che sceglie un intrattenimento colloquiale, che ascolta e vuole essere ascoltata. Sia gli artisti che i musicisti sono stati invitati a farsi ispirare dal tema principale che si dirama in variegate proposte. Riscoprendo le bellezze di una terra e allestendone dentro di nuove, siamo invitati a scrollarci la polvere di dosso e a rispolverare un senso di appartenenza comune e coinvolgente per cui tutti si possano sentire custodi e depositari dei beni culturali del proprio paese.

Programma Quattro incontri scandiscono le attività dei Dust Off Days dove si alternano momenti musicali a momenti artistici e performativi tematizzati, il tutto accompagnato da talk, workshop e market di vario genere.

La prima giornata di festival, Venerdì 28 Giugno dalle 17:00 alle 01:00, si terrà ai Chiostri di San Bernardino da Siena ad Albenga. I primi ospiti della sessione musicale saranno: il DJ franco-brasiliano Craig Ouar, il DJ bolognese D’Arabia, il chitarrista olandese Marnix Du Crook (live), e i selector liguri Ma Nu! e Disco Amor - il tutto introdotto da un talk del performer savonese Mr. Puma. Per l’esposizione artistica il tema scelto Illustrare - non solo illustrazioni, ad esporre: Gaia de Vita, Edoardo Gentile e Alessio Defendini.

Giovedì 11 Luglio dalle 17.00 alle 01.30, appuntamento con la seconda giornata del festival ospitato dal MACI museo d’arte contemporanea di Imperia. La musica e l’intrattenimento si svolgerà nel parco di Villa Faravelli e ospiterà il duo di DJ milanese Eternal Love, anche conosciuti come Pacifico & Federico, il DJ di casa Andrea Introvigne, James Falco della crew sanremese Adventures e il francesce DJ Smooth da Menton. A colorare il tutto il talentuoso gruppo di danza break-dance Fresh’n’Clean.

All’interno del museo, nella Sala del Pianoforte, dalle 18.30 alle 21 il concerto live jazz di Charlie & Scillo Quintet, mentre nell’atrio saranno esposti ‘in un profondo dialogo di Carta’ le opere di: Marco Baj, Edvige Cecconi Meloni, Mattia Maio.

Lunedì 22 Luglio, dalle 17.00 alle 02.00 ai Chiostri di Santa Caterina a Finalborgo, per la penultima giornata di festival, in sessione musicale: la DJ australiana di stanza ad Amsterdam Lauren Hansom, l’eccentrico artista bolognese DJ Rou del Record Store L’Archivio, il trio Californiano Birds of Rhythm & Seb Hall, il percussionista africano Petit Solo Diabate (live) e il DJ finalese Flaco. Performance artistiche ad opera di: Mr. Fijodor (street art), Le Foche Parlanti (poesia); per le esposizioni artistiche: Alice Bertolasi, Andrea Gallotti, Francesco Pipitone.

Nel quarto e ultimo giorno della rassegna, Martedì 23 Luglio dalle 17.00 alle 2.00 si conclude il festival alla Fortezza di Castelfranco a Finale Ligure. I musicisti: la DJ colombiana ISAbella, esponenente del movimento Maricas LGBT di Barcellona, i DJ e produttori Jackie & T. Oceans della neonata etichetta elettronica taboo traxx, Pierka dalla crew genovese Oversize, l’artista di casa Pecer e Fred Simon, resident DJ del circolo Raindogs a Savona. Nella terrazza del ristorante Fortezza di Castelfranco si esibiranno i Frim Fram Trio (live jazz) dalle 18.30 alle 21, introdotti da un talk di poesia di Edoardo Firpo. Per la proposta artistica, le performance street-art di Luogo Comune e Radiocomandero.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium