Cronaca - 25 giugno 2019, 10:00

Incidente in autostrada, le precisazioni del conducente dell'autocarro

Il conducente sottolinea anche le condizioni di lavoro di questa categoria ed invita alla riflessione

Incidente in autostrada, le precisazioni del conducente dell'autocarro

In riferimento all'incidente avvenuto ieri sull'Autostrada A 10 tra Spotorno e Feglino ha fatto riferimento alla nostra redazione il conducente dell'autocarro coinvolto per alcune precisazioni sulla dinamica del fatto avvenuto e per una considerazione a più ampio respiro circa le codizioni di lavoro dei conducenti dei mezzi pesanti.

Riportiamo integralmente la precisazione:

Salve.. sono il Conducente dell'autocarro in questione (LEGGI QUI L'ARTICOLO)
ci tengo a precisare che non ho perso il controllo dell'autocarro, ma bensì a seguito dell'improvvisa frenata dei veicoli davanti a me e dietro la curva, dove non vi era buona visibilità, già le autovetture coinvolte si stavano tamponando tra di loro per via di un veicolo che trainava un'altro veicolo in panne;  preso alla sprovvista per evitare di tamponare in modo brusco il veicolo davanti a me ho fatto una sterzata verso sinistra  dove vi era la corsia più libera, e trovandomi dietro la curva altri veicoli che si stavano tamponando, nel tentativo di non prendere a pieno il veicolo nuovamente davanti a me e frenando ancora più a fondo, mi strinsi il più possibile a sinistra urtando il guardarail e il veicolo davanti, dove poi si e riscontrato il ferito, che poi per fortuna rivelato ferito in modo lieve.. Quindi non è stato il mio autocarro a coinvolgere gli altri veicoli, ma bensì il tamponamento davanti a coinvolto me, come poi hanno anche confermato i ragazzi del veicolo tamponato da me alla polizia stradale, io in frazioni di secondi ho optato di tenere il veicolo sotto controllo il più possibile anziché lasciarlo in balia della frenata! Che forse avrebbe causato danni peggiori.. o forse no!

L'istinto di sopravvivenza in frazioni di secondi non è sempre detto che ti faccia fare sempre la scelta giusta, considerando anche che ero a fine turno di lavoro notturno, e anche la stanchezza purtroppo incide nelle reazioni, e poi abbiamo delle regolamentazioni per i mezzi pesanti nel codice della strada contraddittorie, che spesso fanno più danni che profitti, proprio sugli orari e riposi dei turni di guida che ti obbligano a fare dei riposi magari quando non hai necessità, e sei poi sei obbligato a dover guidare in condizioni di stanchezza per concludere il lavoro nei tempi previsti appunto da questa regole messe li da chi dietro una scrivania di questo settore ne sa veramente poco, e senza considerare il ricatto delle aziende dove dobbiamo consegnare, che pretendono tempi sempre più ristretti per farsi concorrenza l'uno con l'altro..

Se vorrete potrei anche spiegare il perché alcune regolamentazioni sono sbagliato e allo stesso tempo voi potreste aiutare il nostro settore se qualcuno ci ascoltasse..
Grazie e cordiali saluti..

P.S. Fate più attenzione nel giudicare le situazioni e mettete un po' più di cuore.. spesso, come vi ho appena dimostrato, non sempre le cose stanno come sembra, e voi giornalisti avete il potere di influenzare le opinioni delle persone mettendo in difficoltà persone innocenti o solo parzialmente responsabili, creando magari disagi alla vita altrui e danneggiando le reputazione di persone che non conoscete.. scusate lo sfogo! Ancora Saluti..
A.A.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:

SU