Curiosità - 25 giugno 2019, 10:48

Comprare casa al mare: anche la Riviera di Ponente tra le località più care

Sono le isole campane il “posto al sole” più caro d'Italia con 6.269 euro a metro quadro. Nel Ponente ligure la cifra è di 3.888euro a metro quadro.

Comprare casa al mare: anche la Riviera di Ponente tra le località più care

Spende il 234% in più rispetto alla media nazionale chi decide di regalarsi una casa di fronte alle coste napoletane, su una delle isole dell’arcipelago campano, incoronato il posto di mare più caro d’Italia. È questa la prima evidenza di una recente analisi di Immobiliare.it (https://www.immobiliare.it), che ha calcolato i prezzi medi richiesti da chi vende casa nelle località marittime. Dopo le isole campane, in cui il costo medio degli immobili ammonta a 6.269 euro al metro quadro, la seconda zona più cara è quella ligure della Riviera di Levante. Per comprare casa a Portofino e dintorni la spesa media è di 5.908 euro al metro quadro, il 214% in più rispetto al costo medio di un immobile in Italia.

Se questi sono i prezzi registrati in media nelle due zone, quelli rilevati nelle rispettive località più famose li superano di gran lunga: a Portofino il costo medio degli immobili residenziali schizza a 12.688 euro/mq mentre a Capri per una casa in vendita si chiedono mediamente 11.129 euro/mq.

Tornando alla classifica relativa ai lidi, il terzo posto del podio vede tornare protagonista la Campania con la Costiera Amalfitana, dove chi vuole comprare casa deve mettere in conto una spesa media di 5.391 euro al metro quadro. Scorrendo la classifica delle località marine più care d’Italia, si scende sotto la soglia dei 5.000 euro/mq: è infatti di 4.983 euro il costo medio richiesto in Versilia e di 4.603 euro quello rilevato nelle Cinque Terre.

Per chi ha a disposizione importanti budget e sogna di vivere su un’isola, al sesto posto dei lidi più cari d’Italia si trovano quelli dell’arcipelago ponziano, dove si spendono in media 4.461 euro al metro quadro, il 137% in più rispetto al resto d’Italia. Si è guadagnata l’ottava posizione della top10 la Gallura: tra Porto Cervo e lidi limitrofi la media dei costi degli immobili in vendita doppia quella italiana e arriva 4.031 euro al metro quadro. Superano i 4.000 euro/mq anche i prezzi richiesti nella Maremma Grossetana, in Toscana (4.069 euro/mq).

Si aggirano su una media di 3.900 euro al metro quadro i costi medi degli immobili nella Costiera Sorrentina, in Campania, e nella Riviera di Ponente, in Liguria, dove si spende il doppio in confronto alla media nazionale.

Per chi non vuole rinunciare a una vita vista mare ma non ha a disposizione budget così elevati come quelli richiesti nei lidi più cari d’Italia, la regione su cui puntare è la Calabria. È qui infatti che si concentrano le località marittime più economiche, in cui i prezzi rimangono ancora accessibili con una media di 1.288 euro al metro quadro.

Di seguito la top 10 delle zone costiere più care d’Italia per l’acquisto di un immobile residenziale con i relativi valori al metro quadro e il rapporto con il prezzo medio nazionale (1.879 euro al metro quadro):

 

 

Zona

Regione

Prezzo medio €/mq

Variazione vs. media nazionale

1.

ISOLE CAMPANE

Campania

 € 6.269

234%

2.

RIVIERA DI LEVANTE

Liguria

 € 5.908

214%

3.

COSTIERA AMALFITANA

Campania

 € 5.391

187%

4.

VERSILIA

Toscana

 € 4.983

165%

5.

CINQUE TERRE

Liguria

 € 4.603

145%

6.

ARCIPELAGO ISOLE PONZIANE

Lazio

 € 4.461

137%

7.

MAREMMA GROSSETANA

Toscana

 € 4.069

117%

8.

GALLURA

Sardegna

 € 4.031

115%

9.

COSTIERA SORRENTINA

Campania

 € 3.919

109%

10.

RIVIERA DI PONENTE

Liguria

 € 3.888

107%

           Fonte Ufficio Studi Immobiliare.it

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

SU