/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 28 giugno 2019, 14:24

Si chiama "Eppi Sammer", l'estate di eventi a Loano

Oggi la presentazione del calendario: musica, cabaret, cultura, escursioni e molto altro animeranno le giornate di turisti e residenti

Si chiama "Eppi Sammer", l'estate di eventi a Loano

"Eppi Sammer", una scherzosa e spiritosa storpiatura delle parole inglesi "Happy Summer": con questo nome è stato battezzato il calendario di eventi estivi del Comune di Loano. 

La presentazione si è svolta stamane in Comune, alla presenza dell'assessore al turismo e alla cultura Remo Zaccaria (nel giorno del suo compleanno, singolare coincidenza) e del sindaco Luigi Pignocca.

“Anche quest'anno la rassegna estiva 'Eppi Sammer' conta decine di eventi di ogni tipospiega il sindaco di Loano Luigi PignoccaConcerti, spettacoli teatrali, cabaret, mostre, appuntamenti culturali, escursioni nella natura, manifestazioni gastronomiche: fino a fine settembre non ci sarà praticamente giorno in cui i nostri concittadini ed ospiti non abbiano 'qualcosa da fare' nell'ormai celebre 'villaggio turistico Loano'. Quest'anno abbiamo deciso di valorizzare ulteriormente la splendida cornice di piazza Italia cercando di farvi convergere quanti più eventi possibile. Per questo abbiamo scelto di allestire un grande palcoscenico che, dopo il concerto di Edoardo Bennato per la Notte Bianca, ospiterà un'altra serie di manifestazioni di grande livello, come ad esempio la serata di 'Universo in Rosa' e l'attesissimo concerto dei Subsonica del 10 agosto. Sarà veramente una 'estate felice' a Loano”.

“Il grande successo di pubblico registrato con la Notte Biancaaggiunge l'assessore a turismo, cultura e sport Remo Zaccariaha rappresentato la migliore partenza possibile per la nostra stagione di eventi. Come sottolineato dal sindaco Pignocca, anche quest'anno il calendario è davvero molto variegato. Accanto ad eventi di puro intrattenimento si affiancano manifestazioni di grande spessore culturale ed impegno sociale. Come ad esempio il PreMeeting di Loano, un evento che nel pieno della stagione estiva vuole rappresentare un momento di riflessione e analisi della nostra contemporaneità. O ancora il Premio Nazionale Città di Loano per la musica tradizionale italiana, che ogni anno ci permette di scoprire artisti e suoni di grande fascino. Insomma, grazie al lavoro dei nostri uffici, delle associazioni e delle tante realtà che operano sul territorio ancora una volta possiamo vantare uno dei migliori calendari estivi dell'intera provincia di Savona”.

Tra gli eventi più attesi della stagione estiva loanese, c'è l'edizione 2019 del PreMeeting di Loano, la manifestazione che anticipa i temi del Meeting di Rimini, kermesse che la Fondazione Amicizia fra i popoli organizza ad agosto di ogni anno a Rimini. Anche per quest'anno l'iniziativa (in programma dal 3 al 7 luglio) sarà promossa e realizzata dall'associazione culturale “Cara Beltà” e dal banco di solidarietà “Padre Santo” di Loano con il contributo dell'assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano.

Il titolo della quarantesima edizione del Meeting per l'amicizia fra i popoli, che si terrà nella Fiera di Rimini dal 18 al 24 agosto 2019, sarà “Nacque il tuo nome da ciò che fissavi”, dal verso di una poesia di Karol Wojtyla: “Il nostro tempo è davvero qualcosa di inedito – spiegano gli organizzatori del PreMeeting di Loano – Non bastano più le parole abituali per afferrare i cambiamenti in atto e le analisi con cui si cerca di capire la crisi (o meglio le diverse crisi che attraversano il nostro mondo) sembrano armi spuntate. Da un lato è sorta una capacità stupefacente di costruire, manipolare e controllare la realtà attraverso il potere tecnologico sempre più diffuso; dall'altro percepiamo uno smarrimento sempre più profondo riguardo al senso per cui stare al mondo e alla società che si vuole costruire. Potenza della tecnica, povertà di beni e di significato”.

“Ma qual è la novità necessaria? Gli amici che anche quest'anno stanno costruendo il preMeeting di Loano credono che essa stia nella realtà più nascosta, più essenziale, più decisiva di tutto il resto: il nostro io. Eche perciò la domanda più utile nel nostro presente, quella che dunque riempirà gli spazi estivi della Marina di Loano, è: 'Da dove nasce l'io? Da dove viene il 'volto' di ciascuno di noi?'. Gli incontri e le testimonianze degli ospiti, le mostre e i concerti che saranno proposti al PreMeeting di Loano anticipano il tema del Meeting di Rimini (che proprio quest'anno celebra il suo Quarantennale) e rilanciano il suo prezioso contributo a questo nostro complicato presente: solo l'incontro con persone “vive” può riaprire positivamente l'io di ciascuno di noi a tutte le dimensioni del mondo.

Il 17 luglio è in programma “Universo in Rosa”, giornata contro la violenza sulle donne e a favore dello sportello d'ascolto “Artemisia Gentileschi” di Loano. Le protagoniste indiscusse dell'intera manifestazione saranno ovviamente le donne: si cominicia alle 6.30 con il “Concerto all'alba” di Paola Arecco (pianoforte) e Gianni Gollo (Flauto). Dopo una dimostrazione di tecniche di autodifesa a cura dell'Asd Krav Maga Parabellum di Loano, alle 21.30 sul palco di piazza Italia grande concerto di Roberta Bonanno e Doc Cg Band. Parteciperanno la violinista e cantante Anna Nash, la cantante Sherrita Duran (da Sanremo 2019 corista ufficiale di Irama e attualmente nel cast di “All Together Now”, programma di Canale 5 condotto da Michelle Hunziker e J-Ax) e la cantautrice Grazia Di Michele. Conduce Elena Ballerini. Alla manifestazione parteciperanno anche le attività e gli esercizi commerciali della città.

Dal 22 al 26 luglio si tiene la 15^ edizione del Premio Nazionale Città di Loano per la musica tradizionale italiana, organizzato dall'Associazione Compagnia dei Curiosi in collaborazione con il Comune di Loano, con il contributo della Fondazione A. De Mari, di Nuovo Imaie e il patrocinio della Regione Liguria e dell'Anci.

Il Premio Loano, principale appuntamento in Italia per la musica di tradizione, conferma per il 2019 la sua vocazione a raccontare la contemporaneità del folk italiano, di tutto quell'universo di musiche che (partendo dal revival della tradizione, dagli strumenti popolari, dalle forme espressive delle culture orali) sanno parlare alla contemporaneità e raccontare il mondo di oggi. È così in un arco simbolico alla ricerca dei molti significati di “musica popolare” (“Da Pasolini al liscio”, come recita il titolo di questa 15a edizione) che si sviluppa il programma del 2019, il secondo con la direzione artistica di Jacopo Tomatis. Come è nella natura di “laboratorio permanente” del Premio Loano, ai consueti concerti serali nelle splendide location del lungomare (in Orto Maccagli) e del chiostro di Sant'Agostino, si affiancheranno gli appuntamenti pomeridiani con “Il Premio incontra…”, conversazioni in musica con musicisti e operatori culturali, dalle 18 presso i Giardini Nassiriya.

Tra le novità di questa edizione, la suggestiva passeggiata al rifugio “Pian delle Bosse” di Loano che terminerà con il concerto del massimo interprete in Italia di cornamusa Fabio Rinaudo; e il concerto “dopocena” con “La Banda della Ricetta”, un originale spettacolo in cui si canta del buon cibo, con il cibo, con un repertorio divertente e ben condito. Principale novità dell'edizione 2019 è la produzione originale, che debutterà il 25 luglio, frutto di una residenza artistica a Loano, “LinguaMadre: il Canzoniere di Pasolini”, dedicata al “Canzoniere italiano” di Pier Paolo Pasolini, pionieristico progetto di raccolta di poesia popolare pubblicato per la prima volta nel 1955.

A partire da questi materiali riscoperti da Pasolini, spesso “muti”, senza musica, quattro giovani musicisti costruiranno un percorso di rilettura e riscrittura, che mescolerà strumenti della tradizione ed elettronica, voci arcaiche e voci contemporanee. Anche in questa edizione a farla da padrone sarà, come di consueto, la grande musica.

Il 9 agosto sul palco del Giardino del Principe salirà Luca Barbarossa, mentre il 14 agosto arriverà a Loano Red Canzian con il terzo album da solita, “Testimone del Tempo”, ed il suo progetto musicale autonomo. Il 10 agosto il Dreams Festival si sposterà in piazza Italia, nel quale verrà allestito il palco per l'attesissimo concerto dei Subsonica.

La band è reduce da un entusiasmante tour che ha fatto ballare ed emozionare il pubblico dei più importanti palazzetti italiani: Samuel, Max Casacci, Boosta, Ninja e Vicio erano accompagnati da una scenografia mai vista prima in Italia, composta da cinque piattaforme in movimento a simboleggiare le anime di una vera band. Quest'estate saranno a Loano con il loro “8 Tour” che accompagna l'uscita del loro ultimo album.

Ma quest'estate al Giardino del Principe ci sarà anche spazio per le risate. Ad aprire le “danze” sarà, il 13 luglio, l'esilarante e pungente ironia di Gene Gnocchi. Il 18 luglio sarà la volta del “calabrese di Torino” Franco Neri. Il 3 agosto saranno protagonisti due volti storici della comicità italiana: Gigi e Andrea. Il 7 agosto sarà la volta di Giovanni Cacioppo e il suo spettacolo “Ho scagliato la prima pietra”.

Quest'estate il Giardino del Principe ospiterà anche importantissimi spettacoli teatrali. Il 29 luglio è in programma una personalissa rilettura poetica degli inossidabili personaggi di “Don Camillo e Peppone” a cura di Franco Abba e Mauro Stante. Il 2 agosto serata speciale con il mentalista Francesco Tesei:m nel suo spettacolo il pubblico non è semplice spettatore, ma diventa il vero protagonista giocando insieme a Francesco con i cinque sensi, con il pensiero, con la percezione, l'immaginazione e la comunicazione. La rassegna di teatro chiuderà con due autentiche leggende del cinema italiano e internazionale. Il 4 agosto Michele Placido sarà protagonista di “Serata d'onore”, un recital che vuole essere un racconto, un dialogo tra artista e spettatori. Interpreterà poesie e monologhi di grandi personaggi come Dante, Neruda, Montale, D'Annunzio e non mancheranno i versi dei più importanti poeti e scrittori napoletani come salvatore Di Giacomo, Raffaele Viviani, Eduardo De Filippo. Il giorno 8 agosto calcherà il palco del Giardino del Principe Giancarlo Giannini. Il suo recital è un singolare incontro di letteratura e musica. L'attore condurrà gli spettatori in “Atmosfere” mistiche, malinconiche, amorose, ed ironiche in un viaggio dal ‘200 fino ad arrivare ai giorni nostri. La danza sarà protagonista il 5 agosto con una serata interamente dedicata al “Tango Fatal”. Guillermo Alan Berzins (da molti esperti definito come il Roberto Bolle argentino) e altri sette ballerini della TangoCompany insieme con l'orchestra Corazon de Tango condurranno il pubblico in un viaggio nella storia e nell'universo del tango, evocando lo spirito delle milongas di Buenos Aires, dove musica e danza si fondono in una magica atmosfera.

Dal 22 al 26 luglio la musica popolare ed i suoni della tradizione saranno protagonisti del “Premio Nazionale Città di Loano per la musica tradizionale italiana” con incontri con musicisti e giornalisti e concerti. Sabato 20 luglio sul lungomare di Loano si terrà la 20^ edizione del CarnevaLöa Summer Edition, la versione estiva della manifestazione organizzata dall'associazione Vecchia Loano. Sul lungomare sfileranno i carri di rappresentanza dei borghi di Loano: Planes (piazza Rocca G.S. Team) e Wonderland (Mazzocchi), vincitori a parimerito, e poi Up (Prigliani), Harry Potter (Meceti), Queen (Borgo di dentro). Sfileranno anche il carro di Vecchia Loano con la Torre dell'Orologio e Palazzo Doria e “scortato” dalle maschere loanesi Beciancin (maschera ufficiale del CarnevaLöa) Capitan Fracassa (maschera ligure della Commedia dell'Arte), Puè Pepin (il Re del Carnevale) e la Principessa Doria del Castello, e Lego School, il carro delle scuole Rossello di Loano dedicato a tutti i bambini. Ci sarà anche la “Beccian Car”, la macchina a “rigadera”, ossia a forma di annaffiatoio, cioè il simbolo di Beciancin. A completare la sfilata i carri allegorici realizzati dai maestri della cartapesta dei comuni rivieraschi e dell'entroterra che hanno aderito alla manifestazione: Biancaneve (Pieve di Teco), Scooby Doo (Borghetto Santo Spirito), Grock il Re dei Clown (Ortovero), Lasciateci lavorare, ma non troppo (Bardino Vecchio), Ferrari (della Pista Drift Kart di Albenga).

Martedì 13 agosto si svolgerà a Loano la 25^ edizione della celebre “Festa delle Basüe” organizzatadall'Associazione Centro Culturale Polivalente di Loano in collaborazione con Ascom. Oltre quattrocento figuranti faranno rivivere l'epoca della caccia alle streghe che per alcuni secoli ha attraversato l'Europa, con la persecuzione di donne sospettate di compiere atti di magia quali sortilegi, malefici, fatture e legamenti. A ricreare l'atmosfera di quel tempo passato saranno i giochi di fuoco di abili giocolieri che a partire dalle 21 in piazza Italia daranno vita ad un “sabba infuocato” e si sfideranno tra una moltitudine di fiamme, accompagnati dalle sonorità medievali suonate dal vivo. Il rullare dei tamburi annuncerà il processo e la condanna per stregoneria. La strega, incatenata e posta nella gabbia, sarà condotta al rogo dall'austero Torquemada con il seguito di armigeri, inquisitori, nobili e popolani.

Il corteo, che prenderà il via alle 22 e attraverserà le vie del centro, sarà arricchito dalla presenza di un fantasioso carosello di personaggi sui trampoli e da gruppi di streghe che danzeranno a ritmi incalzanti. Il corteo percorrerà il centro storico, il lungomare, e alle 23 raggiungerà la spiaggia sotto il molo Francheville dove la strega sarà bruciata. Alla stessa ora nel cielo si alzeranno le luci e gli scoppiettii dello spettacolo pirotecnico. Creazioni originali con forme a fontana, a sfera e ad effetto pioggia si incroceranno nel cielo formando un magico gioco di luci colorate, una scoppiettante scenografia che creerà un'atmosfera avvolgente. Luce, forma, colore e ritmo comporranno uno spettacolo originale e unico.

Nel calendario di Loano “Città che Legge” non possono mancare gli appuntamenti letterari. Tutti i martedì di luglio e agosto il ridotto del Giardino del Principe ospiterà l'ottava edizione dei “Martedì della Cultura”, la rassegna estiva dedicata ai libri, alla poesia e alla musica organizzata dall’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano in collaborazione con Dimensione Eventi ed il Mondadori Bookstore di Loano. A condurre gli incontri con gli autori sarà Graziella Frasca Gallo, accompagnata dalle note musicali eseguite dal maestro Roberto Sinito. Il 9 luglio Alberto Calandriello presenterà “Abbassa quello stereo”, una raccolta di scritti dell’autore, conoscitore e soprattutto appassionato di musica, un alternarsi di pagine profonde e di momenti spassosi e divertenti, da cui traspare anche la profondità del suo mestiere di psicologo. Sarà presente la psicologa Maura Montalbetti. Il 16 luglio sarà un pomeriggio di “Poesie e musica”, con la lettura di brani di autori classici e moderni alternati a composizioni di poeti locali, arricchiti e resi ancor più affascinanti dalla presenza della musica e delle canzoni del maestro Sinito. Il 30 luglio sarà la volta di “Come una famiglia” di Giampaolo Simi: nel racconto del giallo e dalla problematiche dei giudici e della giustizia, emerge la sua capacità di inventare grandi storie. Il 6 agosto si terrà la presentazione di “Cose più grandi di noi” di Giorgio Scianna: l'autore di “Qualcosa ci inventeremo” entra nel “cuore” e nella testa di una ragazza di 18 anni al tempo del terrorismo e della dicotomia tra ideali e giustizia. Il 20 agosto è in programma la presentazione di “Io, lui e altri effetti collaterali” di Giorgia Wurth, che con sapida ironia ci parla di maschi e femmine, universi profondamente diversi (a volte) ma anche complementari e spesso incompatibili, una storia fatta di litigi, incomprensioni, fughe e soprattutto “sorprese”. Si chiude il 27 agosto con “Breve storia amorosa dei vasi comunicanti” di Davide Mosca, che racconta la (bella) storia di Remo e Margherita, due giovani incarcerati in corpi scomodi (l’uno è bulimico, l’altra è anoressica). Il trovarsi significherà anche salvarsi. Sempre tra luglio e agosto si terrà la seconda edizione di “Orto Letterario”, il ciclo di incontri con gli autori organizzati dall'associazione Cento Fiori Eventi in collaborazione con la Libreria del Conte e che tutte le settimane porterà in Orto Maccagli alcuni importantissimi autori del panorama letterario italiano. Si comincia giovedì 4 luglio con il sociologo Nando Dalla Chiesa e il suo “Rosso Mafia”. Dialoga con l'autore l'avvocato Caterina Malavenda. La settimana dopo, giovedì 11 luglio, Barbara Donarini presenterà “La memoria dei corpi” della giallista Mondadori Marina Di Guardo. Mercoledì 31 luglio sarà la volta di Benedetta Cibrario e del suo romanzo storico “Il rumore del mondo”, inserito nella cinquina del Premio Strega 2019. Il mese di agosto si aprirà mercoledì 7 con Cinzia Leone e il suo intenso “Ti rubo la vita”. Mercoledì 14 agosto toccherà al giornalista d'inchiesta e “Iena” Pablo Trincia e al suo “Veleno. Una storia vera”. Mercoledì 21 agosto lo storico Claudio Vercelli tornerà a Loano per presentare “L'anno fatale. 1919: da piazza San Sepolcro a Fiume”. Si chiude mercoledì 28 con Franco Manzitti e “Cronaca di un crollo annunciato. 14 agosto 2018”.

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium