/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 02 luglio 2019, 11:52

Torna la rassegna letteraria "Varazze d'Autore"

Si parte domenica 7 luglio alle ore 21 in piazza Bovani con la scrittrice Margherita Oggero. Presenterà il libro "La vita è un cicles"

Torna la rassegna letteraria "Varazze d'Autore"

Domenica 7 Luglio in piazza Bovani a Varazze inizia la terza edizione della rassegna letteraria "Varazze d'Autore". La scrittrice Margherita Oggero presenterà il libro "La vita è un cicles". Alle ore 21 torna, dopo il successo di ospiti e di critica degli anni scorsi, la prestigiosa rassegna letteraria estiva a cura di Mondadori Bookstore in collaborazione con il Comune di Varazze. 

Una rassegna di 6 incontri a ingresso libero: domenica 7 luglio Margherita Oggero, "La vita è un cicles"; domenica 14 luglio Federico Pace, "Scintille"; giovedì 25 luglio Andrea Vitali, "Certe Fortune"; venerdì 2 agosto Stefano Pastorino, "Doman... dino"; sabato 10 agosto Ferruccio De Bortoli, "Ci salveremo"; sabato 17 agosto Fabio Geda, "Il demonio ha paura della gente allegra". 

"Dato il successo delle passate edizioni - sottolinea il Sindaco di Varazze Alessandro Bozzano - grazie alla collaborazione con Mondadori Bookstore abbiamo voluto riproporre questo bellissimo evento che ha portato a Varazze autori di spessore che sappiano attrarre alla lettura sempre più persone".

"Il mondo della carta stampata deve sempre attrarre grandi e piccoli e offrire spunti di riflessione a chi legge - conclude l'assessore alla cultura Mariangela Calcagno".

Margherita Oggero - "La vita è un cicles" ritorna al giallo di una delle scrittrici italiane più amate, vincitrice del premio Bancarella nel 2016.In una gelida mattina d’inverno, nel retro dell’Acapulco’s, uno dei peggiori bar di Torino, viene ritrovato un morto ammazzato. Chi è? Ma soprattutto, chi l’ha fatto fuori, e perché? Massimo, giovane laureato in Lettere che per sbarcare il lunario prepara panini e scongela brioches precotte, non sa nulla di quel cadavere con la faccia spappolata, così come sembra non saperne niente neppure Gervaso detto Gerry, il figlio del padrone del bar, un ragazzotto non proprio sveglio, più interessato a conquistare la bella Sabrina che a fare fatica dietro al bancone...

A dirigere le indagini con la sua squadra c’è il commissario Gianmarco Martinetto, un poliziotto dal carattere ruvido e apparentemente scostante come la sua città, che deve rimboccarsi le maniche per risolvere questo intricato caso in cui le piste investigative si confondono e si sovrappongono. Dietro l’omicidio c’è forse la mano di una misteriosa mafia veneta che ha il controllo della periferia torinese? Oppure è uno spietato regolamento di conti per una faccenda di droga, o prostituzione? E chi è veramente Gilda, femme fatale che fa perdere la testa a Massimo, bravo ragazzo più a suo agio con le versioni di latino che con i sentimenti?In una girandola di irresistibili colpi di scena e con la sua scrittura densa di humour nero, la straordinaria Margherita Oggero ci regala un giallo dal ritmo serrato in cui come sempre Torino, e non solo i suoi abitanti, ha un ruolo da assoluta protagonista: la Torino delle periferie, della clandestinità, del degrado, della convivenza difficile, dimenticata dalla politica ma teatro di grandissima e mai sopita vitalità.

Margherita Oggero, ex insegnante di Lettere, è nata e vive a Torino. Nel 2002 pubblica il suo primo romanzo, La collega tatuata, con Mondadori. L’anno successivo esce Una piccola bestia ferita, che ispira la serie televisiva Provaci ancora, prof! con Veronica Pivetti, a cui seguono altri romanzi di successo con protagonista la professoressa investigatrice Camilla Baudino, tra cui Qualcosa da tenere per sé (2007). Il suo ultimo libro con Mondadori è La ragazza di fronte (2015), premio Bancarella 2016, mentre nel 2017 ha pubblicato con Einaudi il romanzo Non fa niente. In libreria da ottobre 2018. 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium