/ Politica

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 02 luglio 2019, 09:42

Pulizia, decoro e offerta turistica: i consiglieri di "Spotorno Che Vorrei" attaccano il sindaco Fiorini

"E’ palese ormai la totale assenza della consapevolezza di amministrare un paese turistico" aggiungono i consiglieri Spiga e Bonasera

Pulizia, decoro e offerta turistica: i consiglieri di "Spotorno Che Vorrei" attaccano il sindaco Fiorini

"Il Gruppo di minoranza “Spotorno Che Vorrei” - dicono i consiglieri Massimo Spiga e Francesco Bonasera - ha da sempre evitato di sollevare polemiche, durante la stagione estiva, per non mettere in cattiva luce Sindaco e Giunta di fronte ai nostri graditi ospiti che, nonostante tutto, continuano a scegliere la nostra cittadina per le loro vacanze". 

"Purtroppo per scelta del Sindaco, i rapporti tra la maggioranza e la minoranza non sono mai stati idilliaci anzi il Sig. Fiorini ha impostato la gestione della cosa pubblica in modo verticistico finalizzato esclusivamente a magnificare il suo ego personale. Ha scarsamente coinvolto nell’amministrazione comunale la sua maggioranza - le dimissioni di Delbono e Moretti e la rinuncia di tre suoi candidati ad entrare in consiglio ne sono una dimostrazione – figuriamoci se pensa di accogliere le osservazioni della minoranza. Pensavamo di aver già visto l’apice  dell’onnipotenza del Sindaco ma ci sbagliavamo - proseguono Bonasera e Spiga - Le nomine del CDA dell’Opera Pia Siccardi ne sono una dimostrazione: Fiorini ha letteralmente ignorato le indicazioni del nominativo espresso dai tre gruppi di minoranza, indicazione sempre accettata dai suoi predecessori ed ha riproposto i tre consiglieri precedentemente nominati. Massimo rispetto per le persone indicate ma i gruppi di minoranza sono cambiati e democraticamente doveva essere rispettata l’indicazione della nuova minoranza che doveva essere rappresentata in Opera Pia. Un atto assolutamente antidemocratico che merita una reazione forte e decisa da parte nostra. Ed è quello che avverrà". 

"Va ricordato per ragioni di verità che il Signor Fiorini occupa ancora la carica di Sindaco grazie alla responsabilità dei quattro consiglieri di minoranza: nel momento delle dimissioni dei tre assessori e prima della surroga avremmo potuto lasciare il nostro mandato e con sette dimissioni, anche non contestuali, il Prefetto avrebbe sciolto il Consiglio Comunale aprendo la strada al terzo commissariamento, della durata di 14 mesi, troppi per noi e per il bene della città. Ma ora dopo atti antidemocratici, dopo una maggioranza esigua e scarsamente competente, dopo la nomina di un assessore esterno per comporre la giunta, dopo la palese incapacità dimostrata nell’affrontare la pulizia, il decoro e l’offerta turistica del nostro paese interverremo ogni volta ed in qualsiasi mese, senza tregua". 

"Un paese turistico nel mese di giugno, dovrebbe essere pronto e messo “a lustro” per accogliere chi, potendo, scegliere altre località, viene in vacanza nella nostra città, perché affezionata ed innamorata del nostro mare e dei nostri luoghi , ma a far cambiare idea al turista basta poco. Ci sono località affamate di turismo, che non aspettano altro, che un’altra località rinomata, sbagli programmazione e riduca il territorio in una landa abbandonata non accogliente senza intrattenimenti senza impianti sportivi e senza una programmazione utile a farla rinascere. Anzi il nostro Sindaco e la sua maggioranza ha pensato bene di vincolare per cinque anni il campo sportivo a parcheggio di roulotte e case mobili dimenticandone la sua finalità sportiva e di intrattenimento - continuano - E’ palese ormai la totale assenza della consapevolezza di amministrare un paese turistico: siamo infatti ai primi di luglio e di locandine e manifesti degli eventi proposti durante le serate estive, non se ne vede traccia".

"Il nuovo assessore al turismo, all'incontro con le minoranze, aveva dichiarato, che avrebbe fatto il possibile per onorare l'impegno preso. Evidentemente ha toccato con mano, cosa significa lavorare con chi con tutta probabilità, non conosce il turismo e accentra su di sé tutte le decisioni amministrative. L’accoglienza passa obbligatoriamente anche nell’offrire una cittadina pulita, ordinata e sicura. Avrà verificato come questi obiettivi saranno per lei difficili da raggiungere in quanto non di sua competenza". 

"La programmazione dei lavori di manutenzione ordinaria, potatura siepi, sistemazione giardini, segnaletiche, pulizia dei rii e delle strade, non devono e non possono essere eseguite durante i mesi di soggiorno, ma devono, essere programmati in tempo utile. Abbiamo in questi giorni, sottolineato, come alla foce del fiume Crovetto, vi sia una situazione igienico sanitaria difficile; eppure, con molta tranquillità, viene comunicato che tali interventi verranno eseguiti nel mese di luglio, se non agosto. Ogni volta – aggiungono Spiga e Bonasera – che viene sollevato una problematica la risposta è sempre la stessa “tutto programmato” ricordiamo peraltro all’assessore competente che oltre che essere palesemente sbagliata la programmazione ci sono gli interventi di carattere straordinario che, sulla base delle segnalazioni, vanno effettuati". 

"La raccolta differenziata, che lo scorso anno, ha dato un enorme problema, con  la partenza del sistema, a fine giugno, quest'anno, rispecchia la difficoltà di apertura dei cassonetti, operazione, per altro non pubblicizzata, il che fa riempire i pochi getta carta per il paese, tanto, che già al sabato mattina, sono stracolmi di spazzatura di vario genere. Basterebbe aggiungere un cassone aperto, per i soli mesi di luglio ed agosto; in fondo, meglio un'economia forte che un punto di percentuale in più sulla raccolta differenziata. Ma questo chi amministra Spotorno non lo farà mai solo perché 'consigliato dalla minoranza". 

"Malgrado la raccolta differenziata, la TARI è stata aumentata prima del 5 e poi del 7/10% mentre in altri comuni è scesa. Ricordiamo a chi ci legge che grazie al Governo giallo-verde l’avanzo di amministrazione è stato sbloccato e Fiorini si ritrova nelle casse 3 milioni di Euro in più, soldi dei cittadini spotornesi versati negli anni passati e non spesi. Il sindaco avrebbe potuto adottare un provvedimento sociale ed usare, per quest’anno come “spesa non ripetibile”, una parte di quei fondi per erogare un contributo che abbattesse l’aumento della TARI per le fasce più deboli della nostra città e rispettando le promesse elettorali avrebbe potuto, sempre come spesa non ripetibile, diminuire la TARI a quelle attività che restano aperte tutto l’anno". 

"Avremmo da scrivere molto altro, ma per ora ci fermiamo qua poiché pensiamo che il cittadino e il turista sia già abbastanza tediato da questa amministrazione arrogante, oramai agonizzante, mantenuta in vita solo da chi, non capendo il danno che viene fatto al territorio, continua a dare fiducia ad un Sindaco, che ha perso il sostegno da parte della metà dei suoi candidati e che con i fatti non rappresenta più la nostra città" concludono i consiglieri Spiga e Bonasera. 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium