/ Solidarietà

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Solidarietà | 02 luglio 2019, 19:05

Loano: i ragazzi con disabilità vivono "Un giorno per noi" su barche a motore e vela

Busè: " Mia figlia Sara, autistica dalla nascita, mi ha insegnato ad aprire il cuore al sociale alle persone che sono meno fortunate di noi"

Loano: i ragazzi con disabilità vivono "Un giorno per noi" su barche a motore e vela

Domenica 30 Giugno si è conclusa alla Marina Di Loano la 7ª edizione dell’evento “Un Giorno per noi” in collaborazione con il Corpo della Guardia Costiera di Loano, dedicato alle famiglie con bambini speciali attraverso la solidarietà dei diportisti che hanno messo a disposizione a titolo gratuito circa 20 Yacth a motore e a vela per l’intera giornata.

"Il tema principale - spiega Eusebio Busè presidente e fondatore dell’associazione  - è stato sempre focalizzato nel riuscire a strappare sorrisi a questi bambini a farli divertire insieme ai loro genitori, è molto importante condividere momenti insieme a stretto contatto con la natura e il mare è un ottimo strumento per stimolare questi ragazzi special. Mia figlia Sara, autistica dalla nascita, mi ha insegnato ad aprire il cuore al sociale alle persone che sono meno fortunate di noi e grazie a questa scelta ho iniziato a vivere meglio e a sentirmi utile”.

"La manifestazione ha sempre un gran successo e anche quest’anno abbiamo portato in mare circa 80 persone tra ragazzi, bambini e genitori. Le emozioni sono sempre molto forti, abbracci tra armatori e disabili - spiega Eusebio- foto emozionanti tra ragazzi, pace libertà e felicità sono ottimi ingredienti per un’integrazione corretta senza pietismi ma con dignità."

Come nei precedenti anni, anche per l’edizione 2019 di “un giorno per noi”, l’impegno degli uomini e delle donne della Guardia Costiera di Loano, è dedicato ad approfondire i principi del rispetto, di salvaguardia e tutela dell’ambiente marino e della vita in mare.

"Quale miglior occasione - spiega il Tenente di Vascello (CP) Camilla Ripetti Pacchini, Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Loano - Albenga - per poter dimostrare la vicinanza della Guardia Costiera a tutte queste famiglie e trasmettere a questi splendidi bambini e ragazzi l’amore e la passione per il mare.

La manifestazione è stata ideata dall’associazione Hakuna Matata e si inserisce all’interno del progetto “Sostegno Ai Ragazzi Autistici”, dedicato alla figlia autistica del fondatore Eusebio Busè che nel 2012 costituì Hakuna Matata, l’associazione di promozione sociale e sportiva dilettantistica che ormai da anni promuove la nautica e l’ambiente marino come attività ludico ricreative integrate, di supporto a tutte le famiglie.Immersi nello splendido scenario del parco naturale Pelagos anche quest’anno alcuni bambini e genitori hanno potuto avvistare i delfini.

“E’ difficile spiegare a voce un’emozione – spiega Eusebio – i sorrisi e la gioia negli occhi di questi bambini che non hanno mai avuto l’opportunità di vivere un’esperienza simile, vedere delfini di prua che nuotano tra lo sciabordio dell’acqua nel silenzio di una barca a vela, così porteranno nel cuore questo splendido ricordo. Questi bambini hanno bisogno di forti emozioni e di vivere a contatto con la natura poiché spesso sono intrappolati nella loro zona di confort e difficilmente la vogliono lasciare.

La Guardia Costiera come per tutte le passate edizioni ha dato un grande contributo sociale con Camilla Ripetti Pacchini, Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Loano - Albenga e il suo equipaggio, hanno partecipato attivamente alle escursioni con i loro mezzi di soccorso imbarcando i nostri ragazzi, è molto bello vedere le istituzioni a servizio delle famiglie in difficoltà e le divise bianche lucenti, accanto a bambini fragili che vengono accompagnati con cura a bordo delle imbarcazioni della Guardia Costiera. Il mare calmo, qualche brezza hanno giovato a nostro favore mentre il forte caldo purtroppo ha sconfortato alcune famiglie a viaggiare con un disabile.

Oltre 20 imbarcazioni sono uscite in mare battenti bandiera Hakuna Matata creando una vera flotta. Le barche hanno fatto rientro più volte per trasportare oltre 80 tra ragazzi e genitori. Un vero successo, considerando il forte caldo, che va oltre le nostre aspettative. L’appuntamento per la 8^ edizione di “Un giorno per noi” è per l’ultima domenica di giugno 2020.Si ringrazia di cuore la Guardia Costiera di Loano, il Tenente di Vascello (CP) Camilla Ripetti Pacchini, Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Loano - Albenga, La Direzione della Marina Di Loano, i comuni di Loano, Toirano, Cuneo, Villafalletto, i diportisti, i commercianti del porto, tutti i nostri volontari, le segretarie e in fine l’Associazione Nautica Gommonauti.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium