/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 05 luglio 2019, 09:30

Reflex o Bridge? Alcuni consigli per scegliere la fotocamera più adatta

Il mondo delle fotocamere è in continua evoluzione e se in passato gli appassionati potevano contare esclusivamente sull'analogico oggi grazie al digitale anche i meno esperti possono realizzare degli scatti professionali

Reflex o Bridge? Alcuni consigli per scegliere la fotocamera più adatta

Il mondo delle fotocamere è in continua evoluzione e se in passato gli appassionati potevano contare esclusivamente sull'analogico oggi grazie al digitale anche i meno esperti possono realizzare degli scatti professionali. Il problema maggiore si presenta però al momento dell'acquisto, perché sul mercato possiamo trovare oggi moltissimi modelli di macchine fotografiche e capire le differenze tra l'uno e l'altro non è sempre facilissimo, anzi! Se vogliamo un prodotto di ottima qualità, che ci consenta di fare scatti professionali, dobbiamo rimanere sulle reflex: ormai lo sanno tutti, queste sono le fotocamere scelte dagli esperti del settore. Eppure grazie all'avvento delle bridge le cose sono cambiate. Queste fotocamere si collocano in un settore intermedio tra le semplici e limitate compatte e le reflex professionali, riuscendo a cogliere gli aspetti più positivi delle due alternative. In sostanza quindi una fotocamera bridge è in grado di offrirci tutti i vantaggi delle reflex e delle compatte, annullando di fatto la maggior parte dei loro punti deboli.

    1. Fotocamere bridge: un'ottima alternativa alle reflex

Le fotocamere bridge rappresentano oggi un'ottima alternativa alle più costose reflex, che tra l'altro sono anche spesso macchinose e complicate da utilizzare. La maggior differenza sta nel fatto che non montano ottiche intercambiabili e quindi hanno un obiettivo fisso, in grado però di garantire delle prestazioni eccezionali. Rispetto ad una compatta, una fotocamera bridge è leggermente più grande ma al tempo stesso risulta decisamente più comoda da trasportare rispetto ad una reflex. La qualità degli scatti è superlativa e questo spinge molti professionisti ad orientarsi su queste macchine piuttosto che sulle reflex.

    1. Le migliori fotocamere bridge: come scegliere

Scegliere una fotocamera bridge potrebbe risultare molto complicato, specialmente se non siamo abituati ad avere a che fare con le caratteristiche specifiche di questi prodotti. Considerando poi che il costo è piuttosto elevato, vi consiglio di leggere le recensioni e le schede tecniche dei migliori modelli sul sito www.macchinafotograficatop.it. Qui potete trovare tutte le informazioni ed i consigli per fare un acquisto consapevole ed evitare di commettere errori nella scelta della vostra fotocamera.

Tra le migliori fotocamere bridge spicca la Lumix TZ80, ideale per chi viaggia perché ha dimensioni e peso ridotti ed è quindi comodissima da trasportare e la si può tenere anche in tasca. Nonostante si tratti di una fotocamera compatta, la Lumix TZ80 è dotata di caratteristiche tecniche davvero interessanti come lo zoom 30x, la tecnologia 4K sia per le foto che per i video ed il sensore MOS ad alta sensibilità da 18,1 megapixel. Un'altra fotocamera bridge davvero molto interessante è la Canon PowerShot SX540 HS: un vero e proprio gioiellino che vanta un eccellente rapporto qualità-prezzo. Anche in questo caso le caratteristiche tecniche sono molto buone: dallo zoom ottico da 50x al sensore CMOS retroilluminato da 20,3 megapixel. Infine, un altro modello che merita di essere preso in considerazione è la Pansonic Lumix DMC-FZ300 che sta riscuotendo un grandissimo successo non solo tra i fotoamatori ma anche tra i professionisti che vogliono avere sempre con sé una macchina in grado di fare scatti di alta qualità.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium