/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 09 luglio 2019, 14:58

Ennio Godani "racconta i tarocchi" in arte a Borgio Verezzi

Due mostre di questo artista, il 12 luglio dedicata ai tarocchi e il 19/20 di tele e ceramiche

Ennio Godani "racconta i tarocchi" in arte a Borgio Verezzi

L’Unitre comprensoriale di Borgio Verezzi e Pietra Ligure organizza, per il 12 luglio, dalle 18 alle 22, una mostra di tavole su cotto dello stimato artista Ennio Godani. L’evento si svolgerà nello spazio “Arte Doc” del Ristorante DOC di Borgio Verezzi. Ingresso libero.

Il tema dell’opera di Godani, in questo specifico caso, è particolarmente affascinante e suggestivo: le tavole sono infatti dedicate alla comunemente detta “Ars divinatoria”, cioè la lettura dei tarocchi.

Per rendere il tutto ancora più “magico”, nella serata del 12 luglio sarà presente ad “Arte Doc” anche una cartomante, a disposizione di coloro che vorranno farsi leggere le carte.

Ancora Ennio Godani, il 19 e il 20 luglio, con orario 18-22, tornerà a esporre nello Spazio Arte Doc di Borgio Verezzi con una personale di tele e ceramiche.

L’amministrazione comunale di Borgio Verezzi e l’Unitre vogliono esprimere la loro gratitudine a Paolo e Cinzia del ristorante Doc per la collaborazione prestata alla buona riuscita dell’evento e per gli spazi messi a disposizione della mostra.


Note biografiche su Ennio Godani:

Nato nel 1950, effettua gli studi al Liceo Artistico di Savona, si diploma nel 1968 e dal 1972 è prima Assistente e poi Docente nella cattedra di discipline pittoriche nello stesso Liceo. Nel 1965 recita come "attorgiovane" ne “Le furberie di Scafino” di Moliere e nel 1966 nell'adattamento di "Settimo: Ruba un po' meno" di Dario Fo messo in scena dalla compagnia teatrale amatoriale “I Teatranti di Fornaci” a Savona.

Il suo interesse per il teatro lo porta a seguire il corso di Scenografia all'Accademia di Belle arti di Brera a Milano. Nel 1973 firma scene e costumi per "Aulularia" di Plauto messa in scena al teatro ' Milanollo " di Savigliano. Conosciuto inizialmente per le "Uova" e i "Menhir" posti su lastricati e paesaggi inquietanti, passa poi ad una pittura astratta dove linee, punti e colori si inseguono sulla tela. Partecipa a collettive e personali alla Galleria "La Fontana" di Savona. Nel 1976 è presente alla collettiva "1130 x 30 "allo Studio Rotelli di Finalborgo. Si accosta alla decorazione ceramica, crea manufatti e piatti (suoi quelli in majolica delle serate gastronomiche fornacine). Nel 1977 decora numerosi piatti con Eliseo Salino per la festa provinciale de L’Avanti di Savona.

Nell'estate del 1978 e 1979 - sotto il patrocinio dell'associazione culturale ALCS - propone le sue ceramiche nello spazio espositivo "Il Piatto" a Noli. Ritorno all'antico amore per il teatro e nel 1980 crea con altri artisti i bozzetti per le maschere de "Le Streghe" portate in scena nel piazzale del Priamar di Savona con scenografie di Eliseo Salino e regia di Renzo Aiolfi. Si dedica anche alla grafica pubblicitaria per marchi e manifesti e dal 2009 al 2015 è art director della rivista enogastronomica "Forchettiamo".

Dal 2014 è docente di disegno, pittura e decorazione ceramica UNITRE di Borgio e Pietra. Nel 2017 dona sue opere - unitamente alle realizzazioni delle allieve del corso di Pittura Unitre - all'ambulatorio oncologico dell’Ospedale Santa Corona di Pietra Ligure.

Nel 2019 inventa "Padelle d'Arte da Rubare...", manifestazione di grande successo con opere sue e delle allieve del corso di Pittura nello "Spazio Arte DOC "di Borgio verezzi, dove ora effettua una mini esposizione "en plein air "in due giornate presentando /e sue ultime “Diavolesse” e gli "Ex Voto". Vive e lavora a Carbuta di Calice Ligure.

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium