/ Politica

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 12 luglio 2019, 18:42

Regione, protocollo d’intesa per la promozione di attività di collaborazione e coordinamento per la vigilanza sulle strutture per minorenni

Il protocollo avrà una durata di due anni dalla data di sottoscrizione e potrà essere successivamente prorogato

Regione, protocollo d’intesa per la promozione di attività di collaborazione e coordinamento per la vigilanza sulle strutture per minorenni

È stato approvato dalla Giunta regionale lo schema di Protocollo d’intesa tra Regione Liguria, Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Genova e A.Li.Sa per la “promozione di attività di collaborazione, confronto e coordinamento in merito alla vigilanza sulle strutture che ospitano minorenni sul territorio della Regione Liguria”.

Le finalità del Protocollo sono le seguenti:

- garantire un’azione sinergica e integrata per la tutela dei diritti e del benessere psicofisico dei minori ospitati presso le strutture del territorio ligure, che ponga attenzione alla costante verifica dei requisiti strutturali, organizzativi e professionali previsti dalla normativa vigente;

- valorizzare la condivisione di buone prassi, il dialogo e la collaborazione tra i diversi attori coinvolti nell’attività di ispezione e vigilanza;

- efficientare l’attività di vigilanza sulle strutture, ottimizzando l’utilizzo delle risorse ed evitando sovrapposizioni attraverso un proficuo scambio di informazioni;

- rilevare tempestivamente ed affrontare efficacemente eventuali criticità;

- promuovere la revisione periodica e l’evoluzione dei requisiti previsti dalla normativa regionale per le strutture che ospitano minorenni, ponendo attenzione anche alla dimensione pedagogica e relazionale e alla qualità dei percorsi educativi e di crescita dei bambini accolti.

La collaborazione tra le parti si concretizzerà nella condivisione ragionata dei programmi di vigilanza/ispezione, nella segnalazione di situazioni di particolare criticità e nell’organizzazione di periodici momenti di confronto e reciproco aggiornamento con cadenza almeno annuale.

Il Protocollo avrà una durata di due anni dalla data di sottoscrizione e potrà essere successivamente prorogato, previo assenso scritto delle parti, per ulteriori due anni.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium