/ Attualità

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 17 luglio 2019, 14:28

Quale sarà l’Albenga del domani? Gli Assessori Vannucci e Pelosi incontrano i rappresentanti di categorie per gettare le basi di un progetto comune per il rilancio dell’economia

Nel corso dell’incontro si è manifestata l’intenzione di puntare su legalità, comunicazione, tracciabilità e valorizzazione delle realtà territoriali.

Quale sarà l’Albenga del domani? Gli Assessori Vannucci e Pelosi incontrano i rappresentanti di categorie per gettare le basi di un progetto comune per il rilancio dell’economia

Mentre l’amministrazione scalda le gomme per la partenza del grande evento Palio Storico di Albenga, l’Assessore Mauro Vannucci per il commercio e Silvia Pelosi nel suo ruolo di Assessore al bilancio e agricoltura incontrano, come da programma, i rappresentanti delle varie associazioni facenti parte del settore commercio, attività produttive e pubblici servizi.

Erano presenti: Matteo Sacchetti del CNA, Luciano Manasia e Marco Catuso per Confartigianato, Alessandro Ferraris e Lorenza Giudice per Confcommercio. Era presente, inoltre la dottoressa Patrizia Aschero Istruttore Direttivo dell’Ufficio Commerciale Comunale.

L’Assessore Vannucci afferma: “Ho ascoltato con estrema attenzione le indicazioni dei partecipanti all’incontro di oggi facendone tesoro perché riteniamo che il rilancio della città sotto il profilo commerciale dipenda proprio dall’intesa tra i rappresentati di categoria e l’Amministrazione che vuole essere e sarà al loro fianco.”

L’Assessore Pelosi: “Il dialogo con le associazioni di categoria è assolutamente indispensabile, proprio per questo ho già svolto il primo tavolo verde durante il quale mi sono resa disponibile per discutere e valutare ogni proposta che possa essere utile concretamente a questi settori.”

Durante l’incontro si sono gettate le basi per la realizzazione di un vero e proprio progetto comune volto al rilancio di Albenga, rilancio che passa anche attraverso la Legalità. Proprio per questo è stata manifestata l’intenzione di creare un protocollo di intesa ad hoc.

Spiega Lorenza Giudice: “Ringraziamo l’amministrazione per l’incontro che ha voluto organizzare. La domanda dalla quale siamo partiti è stata: dove vorrà andare Albenga? Cosa vorrà essere la nostra città nel futuro? Per rispondere a tali quesiti abbiamo pensato di porre l’attenzione su un progetto complessivo che coinvolga tutte le attività produttive del territorio. Lo scopo è quello di riuscire ad ottenere l’Albenga del domani con una visione produttiva che coinvolga il mondo dell’artigianato, dell’agricoltura, del commercio e dei servizi. Vogliamo creare un’economia globale per tutto il nostro territorio che è particolarmente vasto e difficile. Questo, infatti, presenta caratteristiche molto diverse che devono essere tutte assorbite per osmosi.”

Aggiunge Matteo Sacchetti del CNA: “Dobbiamo fare in modo di esaltare il più possibile le tipicità del nostro territori e le produzioni locali dando risalto non solo a chi crea la materia prima (agricoltura), chi la trasforma (artigianato) e chi la commercializza (commercio). Credo che creare una filiera tracciabile per garantire la qualità dei nostri prodotti sarà un percorso importante ed indispensabile. Potremo studiare, poi, delle collaborazioni esterne con chi sa creare l’immagine di un territorio, anche il marketing è un aspetto importante ed è necessario affidarsi a professionisti.”







Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium