/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 18 luglio 2019, 11:12

Borgio Verezzi: sabato 20 luglio il concerto degli Why Aye Men, tributo ai Dire Straits

Appuntamento alle ore 21.30 in Piazza San Pietro.

Borgio Verezzi: sabato 20 luglio il concerto degli Why Aye Men, tributo ai Dire Straits

Prende il via sabato 20 luglio alle ore 21,30 nel cuore del centro storico borgese la rassegna “Tributi in Piazza San Pietro”, con Why Aye Men - Dire Straits Tribute, una serata tutta dedicata ai più grandi successi del noto gruppo rock britannico fondato nel 1977 da Mark Knopfler. Il concerto è organizzato dal Comune in collaborazione con la Coop. Arte&Musica di Savona.

La band Why Aye Men nasce nel gennaio del 2009. La passione per la buona musica, per il rock e per il "sound" degli anni ’70, nonché l'amicizia con altri musicisti, portano alla composizione della band sullo stile della formazione dei Dire Straits degli anni '80.      
La formazione attuale è composta da 7 elementi:

Luigi Pesce (chitarra e voce): Pianista in giovane età, folgorato dallo stile di Mark Knopfler abbandona il pianoforte per passare alla chitarra. Si specializza nel corso degli anni per ricreare il tocco e il sound della chitarra solista dei Dire Straits. È uno dei fondatori degli Why Aye Men.

Maurizio Salvadori (chitarra): Inizia a 6 anni con gli studi di chitarra, una passione che ha sempre coltivato suonando in eventi e gruppi rock storici della scena locale. La musica è parte della sua vita. La sua esperienza in una frase: “… è bello che dove finiscono le mie dita debba in qualche modo incominciare una chitarra” (Faber).

Simone Perata (basso): Bassista, corista e compositore dall’età di 15 anni, ha suonato in molti gruppi savonesi e ha alle spalle centinaia di concerti in giro per l’Italia. Ascolta i Dire Straits fin da bambino e li considera ormai facenti parte del suo DNA! Borgese dalla nascita, in questo concerto “gioca in casa”.

Roberto Faccio (batteria): È polistrumentista, il che gli permette di ricoprire ruoli diversi in svariate situazioni musicali. Esordisce negli Why Aye Men come chitarrista e pianista, passando poi a ricoprire stabilmente il ruolo di batterista.

Fabrizio Serra (tastiere): Pianista, tastierista e fonico. Da molti anni collabora a varie formazioni musicali locali come musicista o come fonico. Nei piccoli locali, oltre a mettere a disposizione la sua bravura come musicista, cura il sound del gruppo.

Francesco Pazzaglia (chitarra): Ha studiato e poi insegnato chitarra alla “Music Line” e alla MPP di Savona. Ha frequentato il Corso Nazionale di formazione AIGAM per “L’educazione musicale del bambino da 0 a 6 anni secondo la Music Learning Theory di Edwin E. Gordon”. Membro degli “Why aye men” fin dal loro esordio, adora la musica di Mark Knopfler.

Paolo Bertolissi (tastiere, sax, voce): Da oltre trent'anni si esibisce come tastierista e sassofonista in molteplici gruppi rock e partecipa a vari concorsi tra cui 2 selezioni per Sanremo (una come autore). Attualmente è collaboratore artistico del Video Festival Città di Imperia.

Commenta Andrea Costa, consigliere delegato al turismo del Comune di Borgio Verezzi, che insieme all’Amministrazione Comunale ha scelto gli eventi estivi:

Quest’anno abbiamo voluto valorizzare le nostre due belle piazze borgesi, l’antica Piazza San Pietro e la nuovissima Piazza Marconi, con due rassegne musicali diverse che intendono celebrare alcuni “grandi” della storia della musica, italiani e stranieri, e allo stesso tempo le nostre eccellenze locali, con artisti borgesi o del territorio che si sono distinti per carisma e capacità artistiche. In Piazza San Pietro si comincia Sabato 20 con il tributo internazionale ai Dire Straits e poi si torna in Italia con Ligabue, Modugno e Battisti, per accontentare tutti, giovani e meno giovani. Vi aspettiamo sul sagrato della bella chiesa parrocchiale di San Pietro per ascoltare e cantare insieme tanta buona musica!”.

Ad accogliere il pubblico, come tradizione, nessuna platea di sedie, ma solo il lungo sagrato della chiesa in acciottolato sul quale sedersi: a disposizione un centinaio di cuscini per stare più comodi.

INGRESSO LIBERO

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium