/ Cronaca

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 19 luglio 2019, 17:41

Reati contro il patrimonio: in manette un 42enne loanese ed un 31enne palermitano entrambi pregiudicati

Gli arresti sono stati effettuati rispettivamente a Loano (nella giornata di ieri) e a Finale Ligure (questa mattina).

Reati contro il patrimonio: in manette un 42enne loanese ed un 31enne palermitano entrambi pregiudicati

Ieri mattina nell’ambito dei controlli ad ampio raggio che hanno interessato i lungomare dei comuni di Finale Ligure, Pietra Ligure, Loano e Ceriale messi in atto dai Carabinieri dei rispettivi Comandi Stazione, con il supporto dei militari della Sezione Operativa della Compagnia di Albenga, personale della Stazione di Loano, guidati dal Maresciallo Vasquez, hanno individuato ed arrestato un pregiudicato loanese sul lungomare Doria, che nell’ultimo quadriennio aveva collezionato alcuni furti o tentativi di furto sia presso negozi di loanesi che su autovetture parcheggiate.

Il soggetto, noto alle forze dell’ordine per problemi di tossicodipendenza, recentemente era stato anche denunciato per maltrattamenti persino dalla propria madre, disperata dalle continue vessazioni e richieste di denaro per procurarsi la droga.

I Carabinieri di Loano lo stavano monitorando dall’inizio della mattina quando è stato fermato ed arrestato in quanto destinatario di un ordine di esecuzione di pena in regime di detenzione domiciliare emesso dal Tribunale di Savona. Dovrà scontare quasi otto mesi reclusione per il reato di evasione commesso a Loano nel luglio 2017, quando venne sorpreso ed arrestato dai Carabinieri poiché inottemperante alle prescrizioni connesse con la misura cautelare l’obbligo di dimora nel comune loanese.

Invece, stamattina, i militari della Stazione di Finale Ligure, nel corso di ulteriori controlli del territorio hanno arrestato un palermitano destinatario di un’ ordinanza di carcerazione per una rapina a mano armata commessa l’estate scorsa a Pietra Ligure. Il siciliano dovrà scontare tre anni di reclusione. Al termine degli accettamenti i Carabinieri di Finale Ligure lo hanno accompagnato al carcere di Imperia.

Proseguono i controlli a tappeto messi in atto dai Carabinieri nella stagione estiva mirati proprio alla prevenzione e repressione di ogni reato predatorio.

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium