/ Solidarietà

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Solidarietà | 23 luglio 2019, 21:55

Pontinvrea, la Fondazione Allianz Umana Mente festeggia con 1500 persone i primi 10 anni della mototerapia di Vanni Oddera

L'evento si è tenuto nella giornata di ieri

Credits foto by Lorenzo Refrigeri

Credits foto by Lorenzo Refrigeri

Ieri, lunedì 22 luglio, la Fondazione Allianz Umana Mente ha festeggiato i primi 10 anni della mototerapia a Pontinvrea, proprio dove fu ideata nel 2009 dal rider di freestyle motocross Vanni Oddera. La mototerapia consiste in esibizioni di motocross acrobatico a cui prendono parte bambini e giovani con disabilità, regalando loro una giornata di sport e di socializzazione.

Grazie alla Fondazione Allianz Umana Mente, che sostiene le iniziative di mototerapia di Vanni Oddera dal 2016 e oggi è main donor, in questi ultimi anni le attività si sono strutturate e intensificate, arrivando a portare la mototerapia nei reparti pediatrici di diversi ospedali italiani con il progetto “Freestyle Hospital”. A Pontinvrea erano circa 1.500 le persone presenti all’evento denominato “Sport Action Day 2019”, fra cui 600 ragazzi disabili e normodotati che hanno sperimentato la mototerapia in sella alle moto dei campioni del team DaBoot, oltre a svariate attività come tennis, beach volley, calcio, discipline acquatiche, mountain bike, bmx, equitazione, tiro al bersaglio, minimoto, go kart. Ad accompagnare alla pista dei go kart nel bosco era una limousine bianca di 12 metri, la più lunga d’Italia.

Accanto alla pista dei go kart, si poteva vivere l’emozione del volo in elicottero oppure in mongolfiera, attraversare il bosco sulle macchine da rally o provare un simulatore rally. Le attività si sono svolte dalle ore 10 alle 17, quando è giunto il momento tanto atteso della mototerapia, anticipata dalle acrobazie di freestyle motocross di Vanni Oddera e il team DaBoot. Maurizio Devescovi, Direttore Generale di Allianz Italia e Presidente della Fondazione Allianz Umana Mente, ha spiegato: “Anche quest’anno, molti giovani e bambini con disabilità hanno vissuto a Pontinvrea grandi emozioni assieme a Vanni Oddera e al suo team, per un’esperienza fisica, affettiva e cognitiva nuova che consente di superare i propri limiti, affrontando nuove sfide.

La Fondazione Allianz Umana Mente supporta, tra le sue iniziative, progetti che utilizzano lo sport e l’arte come strumenti di integrazione e partecipazione sociale, rivolgendosi a persone con disabilità congenita intellettiva o fisica. Abbiamo iniziato a sostenere la mototerapia nel 2016 in modo continuativo, fino a diventare main donor di questa bellissima iniziativa che può offrire esperienze gioiose e importanti a chi mai immaginerebbe di poter cavalcare una moto, con una ricaduta positiva nella vita di tutti i giorni”. Vanni Oddera, campione di evoluzioni in sella a 10 metri di altezza, ha scelto di donare la propria passione per il freestyle motocross con il fine di aiutare gli altri, regalando momenti di gioia a persone e bambini con disabilità. Sono passati 10 anni da quando Vanni trascorreva l’estate, allenandosi dietro casa a Pontinvrea.

A volte lo seguivano alcuni ragazzi un po' speciali, che trascorrevano i pomeriggi ad ammirarlo. Un giorno è stato proprio uno di quei ragazzi a chiedere a Vanni: “Mi porti a fare un giro sulla tua moto?” e a far nascere in lui l’idea della mototerapia. In 10 anni circa 50.000 ragazzi hanno provato l’emozione di salire in sella in 100 tappe in tutta Italia. Oggi la mototerapia è anche oltre confine: in Spagna, Francia, Repubblica Ceca, Messico, Uruguay, Colombia e Russia.

Vanni Oddera ha commentato: “Sono ormai oltre dieci anni che porto avanti la mototerapia in tutta Italia e oggi sono più di 50.000 le persone alle quali ho fatto provare l’ebbrezza di sentirsi ‘piloti per un giorno’. La voglia di continuare a far sorridere è sempre più forte perché ho scoperto che l’amore per gli altri rende felici. Durante questo percorso, ho incontrato gente e organizzazioni meravigliose, come la Fondazione Allianz Umana Mente, che mi sta supportando come main sponsor. Grazie mille a tutte queste persone, grazie mille ad Allianz e alla sua Fondazione”. 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium