/ Attualità

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 25 luglio 2019, 09:30

Bolkestein, "La Base Balneare" con Donnedamare: "Non siamo disposti ad essere immolati in nome di un'Europa che utilizza diversi metri di giudizio"

"Non occupiamo beni pubblici abusivamente ma li abbiamo valorizzati e messi in condizione di essere volano di turismo e affermazione di un Made in Italy di qualità".

Bolkestein, "La Base Balneare" con Donnedamare: "Non siamo disposti ad essere immolati in nome di un'Europa che utilizza diversi metri di giudizio"

Nota ufficiale del Sindacato Nazionale "La Base Balneare" con Donnedamare sulle indiscrezioni riguardanti le aste per il settore balneare:

La Base Balneare con Le Donnedamare alla luce degli ultimi articoli, supposizioni, indiscrezioni è fortemente convinta che questi anni di lotte, incontri, manifestazioni e convegni abbiano messo ben in chiaro le nostre posizioni e intenzioni.

Siamo a tutti gli effetti degli imprenditori che investono, creano occupazione, incidono fortemente sul Pil nazionale e si prendono le responsabilità legali del proprio operato. Non occupiamo beni pubblici abusivamente ma li abbiamo valorizzati e messi in condizione di essere volano di turismo e affermazione di un Made in Italy di qualità.

Questo e le dichiarazioni di Mr Bolkestein, che non potranno essere ignorate o negate, ci pongono in una posizione inattaccabile. Siamo disposti a qualsiasi tipo di collaborazione con le autorità che operano per gli stessi nostri scopi, ma non siamo disposti,dopo anni di sacrifici,ad essere immolati in nome di una Europa che utilizza diversi metri di giudizio da Stato a Stato.

"Rinnoviamo la nostra fiducia nel Ministro Centinaio - tiene a sottolineare il Presidente Nazionale della Base Balneare Bettina Bolla - e nell’attuale Governo non dimenticando il lavoro fatto insieme per raggiungere il primo stadio di un percorso ancora lungo ma che speriamo alla fine porterà al risultato miglior che premi per professionalità italiana. Siamo molto preoccupati per la bozza che da ieri circola, ma confidiamo nel Ministro che ci ha rassicurato in merito. La base balneare, comunque non accetterà mai le aste, nè ora, nè mai e invita i colleghi, in periodi così duri, a non essere sottoposti a ricatti, dove magari qualcuno ci spiegherà e cercherà di convincerci che siano possibili delle aste con un punteggio, valutazione o altro".

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium